Questo sito contribuisce alla audience di

La seconda "lezione" di Canto.

Regole fondamentali per una buona "Emissione Vocale".

Sono tanti i fattori che , più o meno consapevolmente, incidono sull’emissione vocale.
La gestione della voce risulta problematica in quanto è indiscutibilmente impalpabile ed inafferrabile, ma lo studio e la tecnica ci aiutano a superare certi ostacoli, rendedoci capaci di gestirla al meglio.
Fermatevi un attimo a riflettere su quante sfumature ci capita di recepire nella “voce parlata” di chi ci sta davanti a seconda del suo stato d’animo e, effettivamente, anche se chiudessimo gli occhi ci renderemmo conto che le percepiremmo comunque. Vero o no?
Detto ciò, è bene notare che nella “voce parlata” l’espressività è nettamente più naturale di quella “cantata”, questo perché l’esser troppo “celebrali” porta a una certa rigidità fisica, creando tensioni soprattutto dannose per “l’organo fonatore” (ossia le Corde Vocali).
Prima di cantare sarebbe sempre opportuno qualche piccolo esercizio rilassante, ma non basta! Ciò che detemina l’opportuna rilassatezza quando si canta è proprio una “Buona Respirazione”!. Tecnicamente questa respirazione è detta “Costo-Diaframmatica” (Nelle lezioni successive avremo modo di spiegare anche perché molti la definiscono così).
In via generale le cose fondamentali per una buona emissione sono:
1. Posizione del corpo;
2. Corretta Respirazione;
3. Corretta Pronuncia.
Riguardo alla Posizione del corpo è bene specificare cosa s’intende:
si deve stare bene eretti, poggiando il corpo in maniera equilibrata su ambe due le gambe, con le spalle rilassate, petto in fuori e la testa dritta. Una volta raggiunta una certa rilassatezza generale e una certa sensazione di benessere psico-fisico concentratevi su voi stessi e sulle vostre capacità (P.S.: Vietato Strafare!!!).

Ultimi interventi

Vedi tutti