Questo sito contribuisce alla audience di

Liberare il sentire per una percezione nuova della vita

Il sentire bloccato crea disagio emozionale profondo che si riflette su comportamenti, scelte di vita, progettualità futura.

Le nostre emozioni molte volte, troppe volte sono bloccate da dinamiche complesse, articolate e che investono anche le sfere del pensare e del volere. Il sentire bloccato crea disagio emozionale profondo che si riflette su comportamenti, scelte di vita, progettualità futura. Il sentire che non riesce a trovare canali di comunicazione, vie di soluzione verso l’esterno può essere fonte di malattia. I suoni ed i colori possono aiutare la liberazione del sentire. Un’attenta esplorazione nei panorami sonori può consentire all’operatore musicoterapeuta l’individuazione di suoni, melodie, armonie, disegni sonori complessi che possono dare un contributo anche decisivo sulla risoluzione di conflitti emozionali anche gravi.
Da tempo studio la possibilità dell’autotrattamento emozionale mediante la musica…è una strada difficile e pericolosa, ricca d’insidie ma non impossibile. Su queste vie di ricerca, studio, applicazione, non esistono protocolli operativi applicabili per più di una sola persona. Il mondo delle infinite combinazioni si adatta, per così dire, ad ogni individualità, alle sue esigenze.
Un’attenta analisi sulle dinamiche personali del pensare, sentire, volere, può consentire l’individuazione dello squilibrio che si presenta come sofferenza emozionale. La strettissima connessione delle tre facoltà lascia entrare facilmente in terreni paludosi nei quali ci si confonde facilmente se non si procede con estrema prudenza. L’anamnesi e i test di risonanza emozionale ai suoni ed ai colori, gradualmente, c’instradano verso centri di attenzione sempre più precisi lasciando individuare, il più delle volte, la possibile chiave d’intervento. Altre volte, situazioni scritte in grandi profondità della nostra individualità sfuggono ad una visione chiara, cosciente, lucida del disagio e solo tecniche molto avanzate da condurre in stretta collaborazione con valenti psicoanalisti, possono premiare un lavoro arduo, delicato, difficile.
Liberare il sentire per godere della luce del giorno e delle oscurità notturne. Liberare il sentire per non soffrire più di altalenanti emozioni che c’impongono una visione distorta della vita. Liberare il sentire per amare ed amarci e guardare gli altri con sguardo sereno e compassionevole. Liberare il sentire per “sentire” il nostro suono individuale, il suono primordiale che in noi assume specifica armonia

Ultimi interventi

Vedi tutti