Questo sito contribuisce alla audience di

ROMA-NAPOLI 1-1 UN PARI STRAMERITATO

Gran gol di Hamsik che poi inspiegabilmente Reja sostituisce sul finale.

Prepartita

Gruppi di ultras del Napoli, giunti in treno a Roma, sono arrivati allo stadio Olimpico poco prima delle 16 provocando danni. Molti facinorosi con il volto coperto, sono scesi dai pullman e sono entrati correndo dagli ingressi degli ospiti dello stadio, hanno sfondato alcuni cancelli e lanciato diversi petardi.

Partita

Il Napoli impone il pari all’Olimpico, pur giocando in 10 per tutto il 2° tempo.
Gli azzurri iniziano a tambur battente, ma non concretizzano. Poi al 30° c’è una dormita collettiva di tutta la difesa e Aquilani porta in vantaggio i giallorossi.
Sbandamento. E meno male che la Roma non affonda.
Ripresa.
Bella punizione di Gargano verso il 5°.
Mal a 53′ Napoli in dieci per l’espulsione di Santacroce, un po’ “cercato” da Vucinic. Invece di demoralizzare però gli azzurri l’inferiorià numerica li galvanizza, 1-1 di Hamsik al 55′, traversa di testa su torre di Denis e poi “tap” in in rovesciata, regolare la posizione dello slovacco. E Spalletti fa esordire Menez.
Lavezzi fa impazzire i difensori romanisti, ha sui piedi il gol della vittoria ma non concretizza.
Il Napoli tiene bene il campo. E riesce a chiudere la gara bene.
Partita emozionante ma non tecnicamente eccelsa. Gli azzurri hanno mostrato una preparazione superiore, e chissà, forse avrebbero potuto tentare di più.
Reja ci deve spiegare perchè sul finale ha tolto Hamsik per Pazienza.
Ma già ci vuole pazienza.

TABELLINO
Roma (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Mexes, Juan, Riise; De Rossi, Pizarro; Cassetti, Aquilani, Baptista; Vucinic. All. Spalletti.

Napoli (3-5-2) Iezzo; Santacroce, Cannavaro, Contini; Maggio, Blasi, Gargano, Hamsik, Vitale; Lavezzi, Denis. All. Reja Arbitro: Rizzoli di Bologna