Questo sito contribuisce alla audience di

COMMENTO MINIMO PER OGNUNA DELLE PROTAGONISTE DI A

Formazioni, commenti e voti a tutte le squadre che partecipano al campionato di A

formazioni 2008-09 con commento

cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(51, 51, 255);">6
1/2
ATALANTA

allenatore

LUIGI
DEL NERI

4-4-1-1

cellpadding="2" cellspacing="2">
COPPOLA
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; width: 25%; vertical-align: middle;">MANFREDINI
RIVALTA TALAMONTI BELLINI
cellpadding="2" cellspacing="2">
FERREIRA PINTO GUARENTE CIGARINI PADOIN
cellpadding="2" cellspacing="2">
rowspan="1">DONI
cellpadding="2" cellspacing="2">
FLOCCARI

(VIERI)

Del Neri ha fatto bene lo scorso anno. Sa mettere bene
le squadre in
campo. Squadra solida. E’ tornato Vieri, ma non è che i
tifosi abbiano
brindato, anzi. A momenti scoppiava la rivoluzione, Non mi pare che si
sia fatto molto amare da quelle parti. In regia attesissimo Cigarini
anche in ottica
Nazionale.
style="width: 100%; text-align: left; margin-left: auto; margin-right: auto;"
border="1" cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 0, 0);">BOLOGNA

allenatore

DANIELE
ARRIGONI

4-4-2 style="text-align: center; background-color: rgb(51, 51, 255);">6-

cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 255, 255);">ANTONIOLI

cellpadding="2" cellspacing="2">
ZENONI MORAS

(RODRIGUEZ)

TERZI

(CASTELLINI)

LANNA

(BOMBARDINI)

COELHO MUDINGAY

(AMOROSO)

VOLPI VALIANI
cellpadding="2" cellspacing="2">
rowspan="1">MARAZZINA

(DI VAIO)

rowspan="1">BERNACCI

(ADAILTON)

cellpadding="2" cellspacing="2">
Della squadra della promozione grandi
cambiamenti. In mezzo
significativo l’innesto di Mudingay e di Volpi. Il braccio e la mente.
Rivoluzione anche in difesa. Ed è questo l’interrogativo
costante:
riuscirà Arrigoni a trovare la quadratura? In attacco
ritorna in A
Marazzina.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 0, 0);">CAGLIARI

allenatore
MASSIMILIANO
ALLEGRI
4-3-1-2

style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(255, 0, 0); color: rgb(0, 0, 153);">5
cellpadding="2" cellspacing="2">
MARCHETTI
cellpadding="2" cellspacing="2">
PISANO LOPEZ CANINI AGOSTINI
cellpadding="2" cellspacing="2">
FINI CONTI PAROLA
cellpadding="2" cellspacing="2">
COSSU
cellpadding="2" cellspacing="2">
rowspan="1">ACQUAFRESCA rowspan="1">JEDA
cellpadding="2" cellspacing="2">
Cellino continua a praticare il suo sport preferito, il
cambio dell’allenatore. Ecco dunque Allegri. Esordiente in A. Ha
portato il Sassuolo in B e il fatto è rilevante. Vedremo
quanto
dura. La squadra è poca cosa. Nemmeno un acquisto. Si spera
nella riconferma del bel campionato di Acquafresca e di Cossu. La B
è vicina.
cellpadding="0" cellspacing="0">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 0, 0);">CATANIA

allenatore
WALTER
ZENGA
4-2-3-1

style="text-align: center; width: 20%; color: rgb(255, 0, 0); background-color: rgb(51, 204, 255);">5
cellpadding="2" cellspacing="2">
BIZARRI

(POLITO)

cellpadding="2" cellspacing="2">
SARDO

(ALVAREZ)

SILVESTRI STOVINI SABATO
cellpadding="2" cellspacing="2">
CARBONI LEDESMA
cellpadding="2" cellspacing="2">
MARTINEZ DICA MASCARA
cellpadding="2" cellspacing="2">
PAOLUCCI
cellpadding="2" cellspacing="2">
Zenga ha voluto assolutamente con sè Dica.
Numeri da
fuoriclasse, in Romania. In Italia, vedremo. Difesa con qualche
problema e una solida certezza: Stovini, che addirttura meriterebbe
l’interessamento di Lippi, visto la mediocrità dei difensori
nostrani. La squadra convince poco.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 255, 51);">CHIEVO

allenatore
GIUSEPPE IACHINI
4-3-3 style="text-align: center; width: 20%; color: rgb(51, 51, 255); background-color: rgb(255, 255, 0);">61/5

cellpadding="2" cellspacing="2">
SORRENTINO
cellpadding="2" cellspacing="2">
MALAGO’ MANDELLI CESAR MANTOVANI
cellpadding="2" cellspacing="2">
PINZI ITALIANO MARCOLINI
cellpadding="2" cellspacing="2">
LUCIANO PELLISSIER LANGELLA
cellpadding="2" cellspacing="2">
Bentornata! E’ la squadra più simpatica del
campionato. Dopo il Napoli, s’intende. Una mentalità
insolita
per il marcio calcio italiano. Ha giocatori onesti che faranno
certamente tutto il loro dovere. Si tenta il recupero di Pinzi e
Langella, che hanno talento da vendere. In più
c’è quel
Pellissier che avrebbe da tempo meritato una vetrina migliore. Ma
Chievo è un modello di vita. E per questo gli dò
mezzo
voto in più.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; color: rgb(255, 255, 255); background-color: rgb(204, 51, 204);">FIORENTINA

allenatore

CESARE PRANDELLI style="text-align: center; background-color: rgb(204, 51, 204);">8

cellpadding="2" cellspacing="2">
FREY
cellpadding="2" cellspacing="2">
COMOTTO GAMBERINI KROLDRUP VARGAS
cellpadding="2" cellspacing="2">
ALMIRON FELIPE
MELO
MONTOLIVO
cellpadding="2" cellspacing="2">
JOVETIC
cellpadding="2" cellspacing="2">
GILARDINO MUTU
cellpadding="2" cellspacing="2">
E’ la regina del mercato. Una campagna acquisti
sontuosa
che proietta i viola direttamente nel club ristrettissimo delle
favorite. Mutu rimane viola, ed è questo l’acquisto
migliore.
Comotto (che però dovrà recuperare da un grave
infortunio) e Vargas sono due esterni super. La scelta di Gilardino di
venire dal suo vecchio maestro è vincente.
Tornerà quello
di Parma. In centro campo grandi novità con gli
innesti di
Almiron e Melo. Si aspetta un altr’anno che Montolivo esploda. Ma si
aspetta soprattutto di vedere la nuova stella Jovetic.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 0, 0);">GENOA

allenatore

GIAN
PIERO GASPERINI

style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(255, 0, 0); color: rgb(51, 51, 255);">7
cellpadding="2" cellspacing="2">
ROBINHO
cellpadding="2" cellspacing="2">
POTENZA FERRARI CRISCITO
cellpadding="2" cellspacing="2">
MESTO PARO JURIC MODESTO
cellpadding="2" cellspacing="2">
GASBARRONI FIGUEROA PALLADINO
cellpadding="2" cellspacing="2">
Una squadra interessantissima. Gasperini è
uno dei
più bravi e innovativi tecnici italiani.
Velocità,
tecnica, imprevedibilità. Gioia di giocare al calcio. Si
farà notare. E chi se ne frega che è partito
Borriello.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(255, 255, 0);">9
INTER

allenatore

JOSE’
MOURINHO

4-3-3

cellpadding="2" cellspacing="2">
rowspan="1">JULIO CESAR
cellpadding="2" cellspacing="2">
MAICON SAMUEL

(CORDOVA)

CHIVU

(MATERAZZI)

MAXWELL
cellpadding="2" cellspacing="2">
VIEIRA

(STANKOVIC)

CAMBIASSO MUNTARI

(XAVIER ZANETTI)

cellpadding="2" cellspacing="2">
MANCINI

(JIMENEZ)

IBRAHIMOVIC BALOTELLI

(FIGO)

(CRUZ)

cellpadding="2" cellspacing="2">
Dimenticare Mancini. Mourinho passa per il migliore
allenatore al mondo. Moratti lo ha preso perchè ha sentito
queste voci. E lo ha pagato tantissimo di conseguenza.
Dimenticare Mancini. Che qualcosa pure aveva vinto. Mourinho
dovrà vincere di più. La Champions magari. Non
è
venuto Lampard, non è venuto Drogba. Forse verrà
Quaresma. Che non è la stessa cosa. Di nuovo c’è
Mancini,
e c’è Muntari. C’è anche Balotelli che si candida
come il
fuoriclasse italiano del decennio. Mentre Ibra si candida ancora una
volta per il Pallone d’oro.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(0, 0, 0); width: 20%; color: rgb(255, 255, 0);">8
1/5
JUVENTUS

allenatore

CLAUDIO RANIERI

cellpadding="2" cellspacing="2">
BUFFON
cellpadding="2" cellspacing="2">
GRYGERA MELLBERG

(LEGROTTAGLIE)

CHIELLINI MOLINARO
cellpadding="2" cellspacing="2">
CAMORANESI SISSOKO POULSEN NEDVED

(GIOVINCO)

cellpadding="2" cellspacing="2">
AMAURI DEL PIERO

(TREZEGUET)

cellpadding="2" cellspacing="2">
La Juve è ritornata. E ora è la
principale
antagonista dell’Inter nella corsa allo Scudetto. Molto del merito
è di Claudio Ranieri che ha dato un gioco concreto alla
squadra.
Ha portato in dote la sua esperienza internazionale. Il suo far play
inglese. Per carità, nulla a che vedere con lo
“stile Juve”. Dello “stile Juve” non voglio sentire più
parlare, almeno per i prossimi 20 anni. Per via di Moggi,
certo. Ma anche perchè noto sempre più che Buffon
(che è anche il portierone della Nazionale) sia diventato
l’idolo degli ultras fascisti, non solo italiani. E lui non ignora quei
cori. Ma a quei cori saluta allegramente. Parliamo d’altro. E’
arrivato Amauri. Campione certo, anche se
dovrà ancora confrontare le sue doti in una grande squadra .
In
panchina freme Giovinco e si può scommettere che

sarà seduto molto poco.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(102, 255, 255);">LAZIO

allenatore
DELIO
ROSSI
4-3-3 style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(102, 255, 255);">7

cellpadding="2" cellspacing="2">
CARRIZO
cellpadding="2" cellspacing="2">
DE
SILVESTRI

(LICHTSTEINER)

SIVIGLIA ROZENHAL

(CRIBARI)

RADU

(KOLAROV)

cellpadding="2" cellspacing="2">
DABO LEDESMA MATUZALEM
cellpadding="2" cellspacing="2">
PANDEV ROCCHI ZARATE

(MAURI)

cellpadding="2" cellspacing="2">
Quest’anno Rossi ha deciso per un più
accentuato
tridente d’attacco. Ed ecco Zarate giovane talento, che si affianca a
Rocchi e Pandev. La squadra è solida e gioca a memoria. Ma
è reduce da un campionato deludente. Interessante il ritorno
in
Italia di Matuzalem. Zeman, quando fu a Napoli per quelle poche
settimane che gli permisero di allenare, a vederlo giocare si
entusiasmava e non credeva ai suoi occhi. Grande tecnica. Si aspetta
l’esplosione del campioncino di casa De Silvestri, che potrà
essere molto utile a Lippi.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 255, 0);">LECCE

allenatore
MARIO BERETTA
4-3-3

style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(255, 0, 0);">4
cellpadding="2" cellspacing="2">
BENUSSI
cellpadding="2" cellspacing="2">
ANGELO POLENGHI

(GIULIATTO)

DIAMOUTENE ANTUNES
cellpadding="2" cellspacing="2">
MUNARI ZANCHETTA CASERTA
cellpadding="2" cellspacing="2">
GIACOMAZZI
cellpadding="2" cellspacing="2">
CACIA TIRIBOCCHI
cellpadding="2" cellspacing="2">
Beretta è un allenatore esperto in fatto di
salvezze.
Ma qui l’organico è quello che è.
Bisognerà
davvero rimboccarsi le maniche. Troppi interrogativi. Poche certezze.
Un centrocampo abbastanza solido. Poi si spera che Cacia recuperi dal
grave infortunio che gli ha bloccato una carriera di vertice. Poi si
spera che Giacomazzi, rientrato a Lecce, ritrovi il gol e la voglia di
far bene. Poi si spera nel miracolo Beretta,
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(0, 0, 0);">8=
MILAN

allenatore
CARLO
ANCELOTTI
4-3-2-1

cellpadding="2" cellspacing="2">
ABBIATI

(KALAK)

(DIDA)

cellpadding="2" cellspacing="2">
ZAMBROTTA

(SENDEROS)

NESTA KALADZE JANKULOVSKI
cellpadding="2" cellspacing="2">
GATTUSO

(FLAMINI)

PIRLO AMBROSINI
cellpadding="2" cellspacing="2">
KAKA RONALDINHO
cellpadding="2" cellspacing="2">
PATO

(INZAGHI)

(SHEVCENKO)

cellpadding="2" cellspacing="2">
Fumo negli occhi. Il Presidente del Consiglio, che
è
anche presidente del Milan, e di mille altre cose, è un
maestro
di “Fumo negli occhi”. E applica questa sua qualità
dovunque.
Per imbambolare i tifosi rossoneri si è inventato l’acquisto
niente meno che di Ronaldinho, considerato da tempo un ex giocatore.
Anche a Pechino mi pare abbia confermato la cosa. Poi, non contento,
perchè il Presidente ama strafare, si è inventato
il
grande ritorno strappalacrime di Sheva. Anche lui dato per disperso da
tempo. Se l’autorevole Times bolla il nostro campionato come “il
cimitero degli elefanti”, qualche ragione ce l’avrà. Ma
già, quelli sono i soliti comunisti. Comunque Ancelotti non
crede ai suoi occhi. Proprio non sa che farsene dei due.
Penso
che stavolta Carletto saluti la compagnia prima di Pasqua. Il migliore
acquisto è Flamini, che si farà valere. In porta
chissà chi gioca. In difesa i soliti vecchietti,
più
Senderos che è bravo. Tutto dipende da Kaka. Se
avrà
voglia porterà il Milan in alto. E Berlusconi non
tarderà
a dire che è tutto merito suo.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(51, 51, 255);">NAPOLI

allenatore
EDY
REJA
3-5-2 style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(51, 51, 255);">7 +

cellpadding="2" cellspacing="2">
IEZZO

(NAVARRO)

cellpadding="2" cellspacing="2">
SANTACROCE CANNAVARO RINAUDO
cellpadding="2" cellspacing="2">
MAGGIO BLASI GARGANO HAMSIK MANNINI
cellpadding="2" cellspacing="2">
LAVEZZI DENIS
cellpadding="2" cellspacing="2">
Ma che bella questa nostra squadretta! Giovane,
allegra, con
un gioco sfrontato d’attacco. Mi piace assai. E voglio
ringraziare Marino e De Laurentis a nome di tutti i tifosi. Tuttavia
bisogna dire per onestà che qualcosa di incompleto
c’è.
Manca un esterno sinistro di grande qualità. Mannini
è
destro e lì si arrangia. E poi mancano due altre cose. Una
valida alternativa a Gargano. Che si farà sentire, visto
pure
l’impegno Uefa. E manca una prima punta di grande spessore capace di 15
gol e di un vero salto di qualità. Borriello sarebbe stato
il
massimo. Comunque vediamo prima

questo Denis come si porta.

cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(255, 153, 255);">PALERMO

allenatore

STEFANO COLANTUONO

4-3-3 style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(255, 153, 255);">7

cellpadding="2" cellspacing="2">
AMELIA
cellpadding="2" cellspacing="2">
RAGGI CARROZZIERI BOVO BALZARETTI
cellpadding="2" cellspacing="2">
MIGLIACCIO

(SIMPLICIO)

LIVERANI NOCERINO

cellpadding="2" cellspacing="2">
LANZAFAME

(BRESCIANO)

CAVANI

(BUDAN)

MICCOLI
cellpadding="2" cellspacing="2">
Colantuono mi piace. Non sarà un grande
teorico, ma
è concreto. E’ un motivatore. Un uomo da spogliatoio.
Zamparini
mi piace un po’ meno. Ma ha fatto una buona campagna acquisti. Amauri
non poteva trattenerlo. Giusto che gli si offrano altre chances. Tanti
acquisti. Tutti mirati. Amelia, innanzi tutto. E poi Nocerino. E poi
quel Liverani che è uno dei pochissimi registi veri
italiani. E
che dire di Lanzafame? Seguiamolo questo ragazzo. Dice Colantuono che
somiglia a Cristiano Ronaldo. E a me Colantuono piace.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(204, 0, 0);">REGGINA

allenatore
NEVIO
ORLANDI

4-3-2-1 style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(204, 0, 0);">5

cellpadding="2" cellspacing="2">
CAMPAGNOLO
cellpadding="2" cellspacing="2">
LANZARO VALDEZ ARONICA CIRILLO
cellpadding="2" cellspacing="2">
BARRETO TOGNOZZI HALLFREDSSON

(FABIANO)

cellpadding="2" cellspacing="2">
BRIENZA COZZA
cellpadding="2" cellspacing="2">
CORRADI
cellpadding="2" cellspacing="2">
Da anni parte come sicura candidata alla retrocessione.
Da
anni puntualmente si salva. Orlandi è un tecnico silenzioso
e
capace. Ha fatto sua la lezione di Mazzarri. Due trequartisti molto
tecnici e un boa al centro dell’attacco.
Centrocampisti
tutti in grado di inserirsi. Brienza lo scorso anno ha
dimostrato
che se gioca con continuità può fare grandi cose.
Barreto
è stato la rivelazione. Un interno solido dotato di un tiro
da
lontano davvero micidiale. E’ partito Amoruso, Al suo posto Corradi.
Che non ha l’abitudine al gol del bomber pugliese, e forse nemmeno la
voglia di una volta, distratto com’è dai successi muliebri.
Cozza è acciaccato come sempre, e senza di lui è
notte.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(204, 0, 0);">ROMA

allenatore
LUCIANO
SPALLETTI
4-2-3-1 style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(204, 0, 0);">8-

cellpadding="2" cellspacing="2">
DONI
cellpadding="2" cellspacing="2">
PANUCCI

(CASSETTI)

MEXES JUAN RIISE

(TONETTO)

cellpadding="2" cellspacing="2">
DE ROSSI PIZARRO
cellpadding="2" cellspacing="2">
TADDEI BAPTISTA VUCINIC
cellpadding="2" cellspacing="2">
TOTTI
cellpadding="2" cellspacing="2">
Tutto dipende da Totti. Se gira lui la Roma
è un’altra
cosa. E allora può essere davvero l’antagonista dell’Inter e
aspirare a vincerlo questo benedetto scudetto. Se Totti non gira, si
vedrà. Innanzi tutto si dovrà rivedere il modulo.
Già questo proposto sopra è puramente indicativo.
Soprattutto dalla trequarti in poi. Partito Mancini, cambia tutto. Il
gioco veloce sulle ali non si può fare più.
Vucinic ha
altre qualità. E poi bisogna inserire il poderoso Baptista.
Che
proprio un fulmine di velocità non è.
Bisognerà
anche trovare un posto fisso a Aquilani, che se lo merita. Insomma
tanti problemi per questa Roma , orfana di recente anche del suo amato
Presidente.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(51, 51, 255);">7 1/5
SAMPDORIA

allenatore

WALTER MAZZARRI

3-5-2

border="0" cellpadding="0" cellspacing="0">
style="width: 80%; background-color: rgb(255, 255, 255);">
border="0" cellpadding="0" cellspacing="0">
border="0" cellpadding="0" cellspacing="0">
border="0" cellpadding="0" cellspacing="0">
style="width: 80%; background-color: rgb(255, 255, 255);">
cellpadding="2" cellspacing="2">
MIRANTE
cellpadding="2" cellspacing="2">
CAMPAGNARO LUCCINI ACCARDI
cellpadding="2" cellspacing="2">
STANKEVICIUS SAMMARCO PALOMBO FRANCESCHINI PIERI
cellpadding="2" cellspacing="2">
CASSANO BONAZZOLI
cellpadding="2" cellspacing="2">
Sogno che un giorno questo allenatore sieda sulla
panchina
del Napoli. Già lo ha fatto una decina di anni fa come vice
di
Ulivieri. Dunque conosce anche la piazza, come si suol dire. E’ davvero
bravo Mazzarri. Uno stratega che è anche un ottimo gestore
dello
spogliatoio. E ha pure doti di psicologo, visto come ha inquadrato il
personaggio Cassano. La Sua Samp è una delle
realtà
più belle del campionato. Con un parco giocatori non
eccezionale. A parte il talento di Bari, è tutta gente
normale.
Ma la dedizione allo schema, la concentrazione in campo, ne fanno una
compagine fortissima. In più Palombo è cresciuto
moltissimo. Si farà sentire l’assenza di Bellucci, fermo per
un
grave infortunio.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(0, 0, 0);">5 1/2
cellpadding="2" cellspacing="2">

SIENA

cellpadding="2" cellspacing="2">

allenatore

MARCO GIAMPAOLO

4-3-2-1

cellpadding="2" cellspacing="2">
cellpadding="2" cellspacing="2">
CURCI
cellpadding="2" cellspacing="2">
ZUNICA PORTANOVA ROSSETTINI ROSSI
cellpadding="2" cellspacing="2">
CODREA VERGASSOLA GALLOPPA
cellpadding="2" cellspacing="2">
KHARIJA
cellpadding="2" cellspacing="2">
MACCARONE CALAJO’
cellpadding="2" cellspacing="2">
Anche qui un tecnico di qualità. Un
“costruttore”, per
dirla con Sacchi. E forse poco “gestore”. Mi è molto
simpatico.
Ha un’aria un po’ distaccata. Con quel sigarone che fuma anche quando
sarebbe vietato (e qui non fa bene). Ha da salvare il Siena. E non
è impresa da poco. Però il parco giocatori non
è
proprio da buttar via. In attacco c’è Maccarone che pare
abbia
ritrovato la voglia di fare. E poi c’è Jerry
Lewis-Calajò. Vecchia conoscenza. A lui i napoletani devono
due
promozioni. Son cose che non si dimenticano. Deve ritrovarsi. Poi
c’è questo Kharija, un talento vero. Per lui Giampaolo pare
sia
disposto a rinunciare al suo gioco basato sugli esterni. Vedremo.
cellpadding="2" cellspacing="2">
style="text-align: center; background-color: rgb(204, 0, 0);">TORINO
allenatore
GIOVANNI
DE BIASI

4-3-3 style="text-align: center; width: 20%; background-color: rgb(204, 0, 0); color: rgb(255, 255, 255);">6+

cellpadding="2" cellspacing="2">
rowspan="1">SERENI
cellpadding="2" cellspacing="2">
DIANA PRATALI NATALI

(DI LORETO)

PISANO

(RUBIN)

cellpadding="2" cellspacing="2">
ZANETTI CORINI

(BARONE)

SAUMEL
cellpadding="2" cellspacing="2">
ROSINA BIANCHI AMORUSO
cellpadding="2" cellspacing="2">
La stella è lui Rosina. Freme
perchè vorrebbe
un’altra platea ed ha ragione. Il Toro benissimo non è
messo.
Sono arrivati due attaccanti che SI conoscono a memoria per aver fatto
mirabilie a Reggio qualche anno fa e garantiscono molti gol. Ma in
difesa e
a centrocampo ci si aspettava qualcosa di più.
Invece ci
si affida al quasi 40enne Corini e si spera nel recupero di Pratali che
un paio di stagioni fa era in odore di Nazionale.
cellpadding="2" cellspacing="2">
UDINESE
allenatore
PASQUALE
MARINO
4-2-3-1
7 1/2
cellpadding="2" cellspacing="2">
HANDANOVIC
cellpadding="2" cellspacing="2">
MOTTA ZAPATA FELIPE LUKOVIC
cellpadding="2" cellspacing="2">
TISSONE

(ISLA)

D’AGOSTINO INLER
cellpadding="2" cellspacing="2">
SANCHEZ

(PEPE)

QUAGLIARELLA

(FLORO FLORES)

DI NATALE
cellpadding="2" cellspacing="2">
Ecco un’altra bellissima realtà,
con un bravissimo allenatore costruttore. Una squadra che personalmente
invidio molto. Non fosse altro per via di quei tre attaccanti tutti
napoletani doc. Una difesa con due centrali giovani da urlo.
Un centrocampo con due mediani tosti e in più con una botta
da fuori niente male. Un attacco che ha come punta di diamante un
grande giocatore a livelli internazionali come Totò Di
Natale. I risultati non mancheranno.