Questo sito contribuisce alla audience di

Il racconto della gravidanza. 2^puntata

I primi cambiamenti

Insomma ci siete: anche per voi, anche se sembra impossibile, è arrivato il momento, il test (se ce n’era bisogno) ve lo ha confermato: siete proprio incinte. Il nuovo giorno inizia con una sensazione diversa, c’è, come dice un poeta, “non so che felicità nuova”. Nella vostra testa si affolla un turbinio di pensieri e di immagini: la vostra vita sta rapidissimamente cambiando e vi vedete proiettate in una serie di situazioni del tutto nuove, diverse da quelle che avevate fin qui programmato, una vita nuova in cui cose prima senza importanza diventano ora fondamentali, mentre i punti fermi di una volta, i progetti, le mete, stanno come scolorendo, perdendo sapore…ma subito cercate di reagire, vi dite che non dovete adagiarvi, che dovete farcela, dovete comunque raggiungere quello che vi eravate prefissate: ve lo ripetete e lo ripetete agli altri, anche se durante il giorno avete sempre più voglia di dormire alle ore più impensate, e la sera vi sentite stanche di una stanchezza finora sconosciuta.
Dopo il primo momento di sbandamento vi riprendete, in fondo non avete nemmeno molta nausea (o il peggio dovrà ancora venire?); volete dimostrare a voi stesse e agli altri che siete brave: continuate ad andare avanti e indietro, a guidare la macchina, a fare ginnastica, anzi, ancora di più, a portare i pantaloni stretti, a fare tardi la sera. Niente deve cambiare, ma qualcosa è cambiato: non siete più sole, mai, neanche un attimo, c’è qualcuno con cui state dividendo ogni momento, ogni respiro, ogni pensiero, c’è qualcuno…
Ma siamo proprio sicuri che c’è davvero questo qualcuno? La pancia non si è ancora gonfiata e poi non c’è neanche tanta nausea; sì, il seno è teso, ma potrebbe essere per via delle mestruazioni che non vengono da tanto; quel puntino luminoso intermittente che si vedeva nell’ecografia? “mah, e se fosse suggestione? Oddio, non sarà mica una gravidanza isterica?”.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati