Questo sito contribuisce alla audience di

Il racconto della gravidanza. 4^ puntata

Si muove! L’inizio della gravidanza consapevole

Sono passati più o meno quattro mesi dall’ultima mestruazione ed è un momento x della giornata, magari state parlando al telefono e senza che niente finora abbia in qualche modo preparato questo evento, lo sentite, talmente impercettibile che potrebbe anche essere stato immaginario, come un leggerissimo frullo d’ali di farfalla: lo avete sentito muovere! E’ il vostro bambino che si è mosso! Di nuovo quella sensazione di pienezza, quella “non so che felicità nuova”; c’è davvero, non siete più sole né giorno né notte, mai…Adesso può cominciare la vostra gravidanza consapevole.
Insensibilmente la vostra coscienza si allarga, così come si allargano i fianchi, la vita, le cosce, le poppe, le guance.
State scoprendo un nuovo modo di vedere le cose, vi diventano sempre più importanti quelli che una volta vi sembravano piccoli particolari senza rilievo; e spesso vi sembra di poter leggere nel pensiero delle persone, di capire il significato profondo dei gesti, delle parole, e a volte questo è persino doloroso, anche se inevitabile: viene così, senza che lo abbiate cercato, questo nuovo potere. Forse è venuto da una nuova semplicità, da un’essenzialità che prima non vi conoscevate. E proprio questa essenzialità vi dà questo grande potere di comprensione, di intuizione e al tempo stesso vi rende più sensibili, indifese.
E’ uno stato che va di pari passo col lavoro del corpo: il vostro corpo ora ne comprende un altro che si sta espandendo dentro di voi, la vostra coscienza è estremamente vigile e capace di comprendere il mondo.
Ma questa capacità di comprendere vi rende in certi momenti anche irritabili, intolleranti: non sopportate le intrusioni, le domande di rito delle suocere e delle cognate: mangi abbastanza? Quanti chili hai preso? Hai fatto l’amniocentesi? Vuoi più un maschio o una femmina?
E cominciate a non sopportare la violenza: quella delle parole, quella delle intrusioni, quella delle banalità, quella che circola nell’aria sotto forma di informazione.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati