Questo sito contribuisce alla audience di

A come Attesa

L’attesa in gravidanza è in realtà solo attesa di vederlo, perché il bambino c’è già, fin dall’inizio

Il tempo dell’attesa è un tempo pieno di speranze, desideri, ansie, fantasie, domande.

Il tempo dell’attesa in gravidanza è in realtà solo attesa di vederlo, perché il bambino c’è già fin dall’inizio, fin dal primo istante. E’ in viaggio, è in evoluzione, ma esiste già.

Spesso per rendercene conto ricorriamo all’ecografia, perché il senso più importante e sviluppato nella nostra vita moderna è la vista e abbiamo bisogno di appagarlo.

Ma è possibile vedere anche con gli occhi dell’attenzione. Non attenzione nel senso di Attenzione! Achtung! Pericolo! Ma nel senso di attenzione a sé, alle proprie percezioni, ai sogni, ai pensieri, alle sensazioni, di cui una mamma in attesa è ricchissima. Attenzione come ascolto, contatto con quel piccolo essere che già comunica con la mamma attraverso il liquido amniotico, attraverso la placenta e il cordone ombelicale, attraverso la chimica degli ormoni.

Ultimi interventi

Vedi tutti