Questo sito contribuisce alla audience di

Le gang hanno successo

Dai pericolosi quartieri americani l'idea vincente per un nuovo business sociale

Le bande di Los Angeles qualche volta, per tirarsi fuori dai guai, usano tutta la loro capacità creativa, inventandosi mestieri che diventano  vero e proprio business. I nostri lettori sanno che, generalmente, le novità culturali, vengono, per la maggior parte, dalla strada. E questa verità non è smentita dall’evento in questione.

Facevano parte tutti delle pericolosissime bande messicane della metropoli americana.

Tatuati all’inverosimile e con un passato poco presentabile, questi ragazzi non avevano un futuro. Per questo motivo, Manny Jamenez, appena uscito di prigione, si inventò un mestiere. Creò nel 1997 la Suspect Entertainment, una agenzia che procura attori, dialoghi, film o sceneggiati televisivi con storie riguardanti le gang, appunto.

La folgorazione la ebbe dopo aver visto in tv Quentin Tarantino il quale diceva che a New York poteva farcela chiunque anche chi era stato in galera. Così mettendosi in moto riuscì a ottenere un primo lavoro in una campagna antifumo. Servivano 350 comparse americane con lo sguardo da duro. Attraverso le sue conoscenze dalla strada riuscì a creare in poco tempo il casting.

Da allora la Suspect Entertainment lavora per le grandi case cinematografiche. Procura lavoro a centinaia e centinaia di ragazzi strappati dalla strada.

Questo però non è l’unico caso isolato. Molti giovani delle gang si stanno mobilitando per sfruttare il loro fascino selvaggio per avere successo nella vita e a quanto pare è più veloce e producente delle rapine, furti, spaccio e altre azioni fuorilegge.

Anche Tootsie Williams , leader della gang dei Crips, fu strappato al braccio della morte e adesso scrive libri educativi per i ragazzi della strada. Insomma quella delle gang rieducate e diventate vere e proprie, oneste imprese, sta diventando un fenomeno culturale e commerciale inarrestabile.

Si spera che questo sia l’inizio di una diffusuione capillare in ogni zona pericolosa, nei quartieri delle città di tutto il mondo. Magari aiutato un tantino dai governi

Link correlati