Questo sito contribuisce alla audience di

100x100: Informazione con arte

In soli due mesi è diventato uno dei siti più visitati al mondo.

Jonathan Harris è un artista a 360°. O meglio è un artista a 360° perchè segue, per informarsi e informare, ogni giorno, quanto sta accadendo nel mondo. E’ una persona attenta e capace di cogliere ogni contenuto delle notizie lanciate, minuto per minuto, nel web. Grazie alla sua preparazione informatica, ha realizzato un sito che, in soli due mesi, è diventato, un luogo di culto in rete e non solo.

Si chiama 10×10, (ten by ten), perchè la grafica della home page, essenziale ma raffinata, è fornata da una griglia di 10 colonne per 10 righe. In ogni riquadro è inserita una foto che è il richiamo dell’articolo corrispondente. Qualcuno lo ha definito, a mio avviso esagerando, un pezzo d’arte su internet. Ma non si può negare che l’idea sia stata brillante. Lo dimostra il successo di visitatori da novembre a oggi e il fatto che i media, in tutto il mondo, ne abbiano parlato.

10×10 è stato lanciato il 4 novembre 2004 diventando in poco tempo un fenomeno globale permettendo, anche, una certa notorietà al suo ideatore. Harris lavora al Centro di Ricerche sulla comunicazione Fabrica, della Benetton. ll sito ha fatto il suo debutto, inizialmente, grazie a un link sul sito di Fabrica. Dopo aver informato amici e colleghi, attraverso un velocissimo passaparola, le visite sono diventate migliaia.

Ma come avviene la raccolta delle informazioni in così breve tempo? Addirittura ora per ora. 10×10 utilizza la tecnologia Rss. Un sistema automatico che analizza le principali fonti di informazione nel mondo. Da qui vengono raccolte le 100 parole più interessanti e più attuali inserendole, sempre automaticamente, nella griglia e mettendole a disposizione dei visitatori, i quali evitano la fatica di fare ricerche estenuanti in internet.

Nel corso dei giorni, dei mesi, degli anni, 10×10 lascia traccia di questi documenti orari che, cuciti insieme l’uno accanto all’altro, formano un patchwork ininterrotto della vita umana - spiega uno dei componenti del Centro Fabrica - 10×10 cattura la storia dell’umanità nel momento in cui succede e ci lascia curiosare nel passato. In questo modo, i genitori potranno guardarsi indietro e vedere che volto aveva il mondo nell’istante in cui sono nati i loro bambini. Gli storici potranno individuare la traiettoria di nuove storie nel corso del tempo. 10×10 costruisce in tempo reale un archivio pubblico e globale della storia dell’umanità.

Jonathan Harris è nato nel Vermont e ha studiato informatica alla Princeton Univercity. Inoltre è un artista, da sempre, impegnato nelle arti visive. Questo spiega la capacità di unire la funzionalità, relativamente semplice, delle soluzioni informatiche all’impatto visivo dato dalla grafica.

Link correlati