Questo sito contribuisce alla audience di

Premio Cento alla stampa locale

COM-PA ospita l'ottava edizione del Premio Cento alla Stampa locale, patrocinato dall'Ordine dei Giornalisti.

COM-PA ospita l’ottava edizione del Premio Cento alla Stampa locale, il concorso  nazionale indirizzato alla stampa periodica locale a diffusione gratuita e contenuto generalista, patrocinato dall’Ordine dei giornalisti.
L’intento è quello di contribuire al riconoscimento ed alla valorizzazione di questo importante settore dell’editoria nazionale, che rappresenta una rilevante forma di espressione culturale ed un veicolo estremamente efficace per la diffusione dell’informazione nelle specifiche realtà territoriali d’appartenenza.

Il concorso si suddivide in due sezioni:

Sezione 1 - stampa pubblica e di interesse pubblico: comprende le pubblicazioni istituzionali edite da Comuni, Province, Regioni, Aziende Sanitarie Locali, C.C.I.A.A., Università, altri enti pubblici locali, ma anche da realtà non pubbliche che però hanno una forte incidenza pubblica (grandi aziende, Fondazioni bancarie, istituti di credito, associazioni di categoria).

Sezione 2 - stampa privata: comprende tutte le pubblicazioni edite da soggetti di natura privatistica (enti non profit, cooperative, aziende commerciali di dimensioni medio/piccole, istituti scolastici, associazioni universitarie).

Le premiazioni avranno luogo a COM-PA in programma a Bologna dal 7 al 9 novembre 2006.

                                 BANDO DI CONCORSO

 

Dal sito del premio cento:

La Città di Cento (al centro dell’ideale triangolo che congiunge le città di Bologna, Ferrara e Modena, situata amministrativamente in provincia di Ferrara), forse anche a seguito del sempre molto forte senso di “alterità” rispetto ai tre capoluoghi, vede la propria storia costellata da pubblicazioni locali.

In epoca recente, Cento ha visto sorgere oltre 20 testate a diffusione gratuita ed attualmente conta una dozzina di periodici più o meno regolarmente distribuiti. La caratteristica centese riposa nel fatto che queste testate rispettano un rapporto contenuti-pubblicità in tutto assimilabile alla stampa da edicola, hanno inoltre, nella maggioranza dei casi, contenuto generalista e pressoché sempre non rivestono fine di lucro. Partendo da questa caratteristica di sicura peculiarità (a maggior ragione raffrontando il fermento editoriale con il potenziale bacino d’utenza, di poco superiore a 30′000 abitanti), è nata l’idea d creare attorno a Cento un movimento d idee che approfondisca la tematica della carta stampata a diffusione gratuita, ponendo l’accento non tanto sull’aspetto economico di questo importante settore dell’editoria italiana, quanto sul rapporto tra questo tipo d informazione ed i territorio. A questo scopo Il Circolo culturale Club “Embora”, in sinergia con enti locali, istituzioni territoriali, associazioni stampa e giornalisti regionali e nazionali, ha dato vita ad un dibattito su questa    nicchia del mondo giornalistico, completando l’iniziativa con un vero e proprio Premio cui si affianca un’importante iniziativa rivolta al mondo delle scuole: un vero e proprio la oratorio (chiamato appunto “il laboratorio dell’informazione”) pensato con l’intento di avvicinare i giovani al mondo dell’editoria, fornire una visione globale del mondo giornalistico e contribuire a formare lettori più consapevoli offrendo inoltre informazioni preziose a chi guarda con interesse a questo tipo di professione.