Questo sito contribuisce alla audience di

LA NOTTE DELLA TARANTA 2006, dall'11 al 26 Agosto

Nel Salento, davanti a 80.000 spettatori, si esibiranno 800 musicisti. tra gli ospiti Lucio Dalla, Carmen Consoli, Buena Vista Social Club, Uccio Aloisi, Peppe Servillo, Lucilla Galeazzi, Carlos Nunez.

Arriva quest’anno alla nona edizione il festival La Notte della Taranta, promosso ed organizzato da Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni della GrecÏa Salentina e Istituto Diego Carpitella in collaborazione con Camera di Commercio di Lecce e Fondazione Musica per Roma.

Sempre pi_ ricca e densa di musica, eventi e progetti la formula di quest’anno.


Tredici le date del festival
che si snoder‡ nei comuni del Salento, in maggior parte dell’enclave della GrecÏa Salentina, ogni sera dall’11 al 24 agosto (con pausa come sempre la sera del 15).

Oltre quaranta i gruppi per un totale di circa 800 musicisti impegnati a coniugare innovazione e tradizione; quattro i progetti speciali, nati come produzioni originali del festival nella stessa logica della Notte finale.

Notte che avr‡ come prologo, il prossimo 26 agosto come sempre a Melpignano, una grande festa della musica di tradizione popolare con Uccio Aloisi, la famiglia degli Zimba e i cubani del marchio Buena Vista Social Club (Cachaito Lopez al basso, Guajiro Mirabal alle trombe, Jesus ‘Aguaje’ Ramos al trombone, Manuel Galban alle chitarre).

Settanta i musicisti che saliranno in scena subito dopo a comporre l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta che incontrer‡ per alcuni brani la direzione di un prestigioso ospite come Lucio Dalla e per il resto del concertone la bacchetta di Ambrogio Sparagna, al suo terzo anno di direzione e con il quale l’Orchestra ha all’attivo non solo il grande successo delle passate edizioni, ma anche un tour che nei mesi scorsi ha varcato i confini nazionali con le date a Pechino e in Giordania ed ha riscosso un enorme successo di pubblico lo scorso 29 giugno nella data al Parco della Musica di Roma raggiungendo il record assoluto di pubblico per le stagioni estive di questo prestigioso tempio della musica internazionale.

Ospiti dell’Orchestra e di Sparagna saranno Carmen Consoli, Lucilla Galeazzi, Peppe Servillo e Carlos Nunez, chiamati ad interpretare la tradizione salentina.

Ma se La Notte della Taranta non Ë solo musica, bensÏ un progetto culturale ormai sempre pi_ in rete con numerose altre realt‡ con le quali condivide la promozione e lo sviluppo del territorio salentino, Ë in questa logica che si collocano le novit‡ pi_ importanti di questa edizione 2006: la creazione di aree di accesso in Rete con tecnologia WiFi nel Comune di Melpignano ad opera della societ‡ Clio srl di Lecce che consentir‡ a quanti vorranno di collegarsi in wireless in modo del tutto gratuito per l’intera durata del festival e che sosterr‡ le attivit‡ culturali online e soprattutto il Diario del festival con il Videoblog che, per il secondo anno, sar‡ curato da Carlo Infante e dal Performing Media Lab.

Di assoluta novit‡ Ë la collaborazione con la campagna di comunicazione del Ministero dei Trasporti per la sicurezza stradale La Sicurezza non Ë un limite che ha scelto la Notte della Taranta come evento dell’estate per promuovere il suo incisivo messaggio di prevenzione ed educazione rivolto ai pi_ giovani.

L’apertura al mondo dell’enogastronomia trova spazio nelle performance di degustazioni teatralizzate, Il pasto della tarantola, che saranno proposte ogni sera prima dei concerti dai Cantieri Teatrali Koreja di Lecce.

Da segnalare ancora il 19 agosto a Galatina la presentazione del libro Alan Lomax in Salento, edito da Kurumuny in collaborazione con Alan Lomax Collection e Istituto Diego Carpitella, e ad Alessano il workshop di tamburello tenuto dal musicista Carlo Rizzo.

Tutte le informazioni sul festival sono contenute nel sito internet www.lanottedellataranta.it.


Ufficio informazioni per il pubblico tel. 0836 43.40.56

LE NOVITA’ DELLA NONA EDIZIONE

Melpignano WiFi


L’azienda Clio s.rl. di Lecce, in convenzione con il Comune di Melpignano e nell’ambito del progetto per la realizzazione di Centri di Accesso Pubblico ai Servizi Digitali Avanzati per i Comuni della aeree del Sud Salento (Accordo di Programma Quadro in materia di e-government e Societ‡ dell’Informazione nella Regione Puglia), realizzer‡ in occasione del festival un ampliamento del servizio gi‡ concordato con il Comune creando apposite aree di accesso in Rete con tecnologia WiFi e predisporr‡ una propria infrastruttura per offrire la possibilit‡ di connessione ad Internet a banda larga in modalit‡ wireless da tutto il centro abitato e dalla zona industriale di Melpignano. Clio s.r.l. connetter‡ con tale tecnologia l’edificio comunale della Mediateca, presso il quale hanno sede nel periodo del festival la segreteria e l’ufficio stampa e produzione. Prima dell’inizio del festival, le aree pubbliche di maggiore rilevanza per la Notte della Taranta (come piazza San Giorgio e il Convento degli Agostiniani) avranno una copertura WiFi che consentir‡ l’accesso alla Rete del tutto gratuito per quanti vorranno usufruirne e che servir‡ anche da supporto per le attivit‡ culturali online sviluppate nelle settimane del festival (vedi scheda su Blog e videoblog a cura di Carlo infante).


La Sicurezza non Ë un limite


Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – oggi Ministero dei Trasporti - Dipartimento per i Trasporti Terrestri ha realizzato (in collaborazione con un’ATI composta da Unasca e Confedertaai, le due maggiori associazioni di autoscuole a livello nazionale) la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale La sicurezza non Ë un limite, rivolta soprattutto ai giovani tra i 14 e i 25 anni e che mira a dare loro un messaggio positivo sull’importanza della sicurezza sulle strade, sottolineando che il rispetto delle norme del codice non deve essere visto come un’imposizione, bensÏ come un valore da interiorizzare e far proprio.

La Notte della Taranta Ë stata individuata e scelta nell’ambito delle iniziative previste dal progetto per “l’enorme valenza e risonanza che l’evento porta con sÈ, come evento dell’estate, che coinvolge ogni anno sempre pi_ giovani e che acquista con il passare del tempo sempre maggiore importanza”, come si legge nella nota stampa della Meet srl, societ‡ di comunicazione di Roma che sta curando tutto la campagna.


La sicurezza non Ë un limite
sar‡ presente in occasione del concertone finale a Melpignano con materiale promozionale come magliette, pettorine e portapass che verranno distribuiti al personale di servizio, totem che verranno collocati in posizione strategica nella piazza e vario altro materiale informativo.

Il referente della campagna avr‡ la possibilit‡ di accedere al backstage, in modo da documentare l’evento. Tutta la documentazione verr‡ inserita sul sito internet www.lasicurezzanoneunlimite.it.


L’enogastronomia e le performance dei Cantieri Teatrali Koreja


Tutti i concerti del festival saranno introdotti dalla rappresentazione teatrale Il pasto della tarantola, degustazioni teatralizzate di prodotti tipici salentini a cura dei Cantieri Teatrali Koreja di Lecce.


L’allestimento dello spettacolo Ë costituito da una serie di postazioni per una degustazione individuale guidata da attrici-cameriere che accompagneranno lo spettatore-avventore alla scoperta dei sapori tipici salentini, testimonianza della cultura da cui sono nati.

Saranno infatti proposti alla degustazione cinque prodotti tipici del Salento (m_scari, scapËce, pomodori secchi sott’olio, africano e negroamaro) il cui sapore rimanda alla terra generosa che li produce.

Questa performance sar‡ destinata ogni sera a gruppi di circa 20 persone e si terr‡ in un luogo adeguato e d’atmosfera nello stesso comune in cui si svolger‡ il concerto del Festival.

EVENTI E PROGETTI


Il Diario Online Del Festival: TarantaVideoBlog 2006


A cura di Carlo Infante e Antonio Rollo/PerformingMediaLab in collaborazione con ClioCom, il Blog della Notte della Taranta 2006 si rilancia evolvendo il suo format che gi‡ lo scorso anno aveva visto lo sviluppo del videoblogging (vedi www.performingmedia.org/vlog ) con pi_ di quaranta brevi videoclip pubblicati on line. La caratteristica principale di quest’anno Ë quella di sollecitare il pi_ possibile la partecipazione degli spettatori attraverso il PerformingMediaBus che, durante i concerti diffusi nella GrecÏa Salentina, realizzer‡ un set itinerante per raccogliere i contributi testuali, fotografici e in video di chiunque voglia partecipare.

Il TarantaVideoBlog svolge la funzione costante del diario di bordo on line dell’evento, giorno per giorno, per pubblicare direttamente le impressioni dei partecipanti nella forma di una scrittura connettiva supportata da agili videoclip che espanderanno il gioco delle visioni soggettive.

A Melpignano sar‡ allestito un Glocal Village, un set multimediale per la connessione Wi Fi (wireless, per l’accesso a Internet in banda larga, senza cavi) dove operer‡ il PerformingMediaLab/Salento per l’elaborazione del blog, dei workshop e di alcuni incontri tematici sul valore creativo e partecipativo del social networking. Una selezione del TarantaVideoBlog sar‡ proiettato anche durante il “concertone” finale della Notte della Taranta il 26 agosto.

Il PerformingMediaLab/Salento Ë una piattaforma di iniziativa per la sperimentazione di nuovi format di comunicazione interattiva e mobile basate sul web (Blog, Moblog,Vlog, animazioni flash, streaming video, podcasting, etc) possibilmente in aree connesse in wi-fi (wireless, senza cavi).

Il PerformingMediaLab/Salento nasce per promuovere un social networking che possa fare dell’interattivit‡ una nuova forma d’interazione sociale e culturale.

Il PerformingMediaLab intende esprimere una sorta di palestra di comunicazione interattiva: utilizzando una piattaforma collaborativa, ludico-partecipativa, attraverso cui sviluppare un’azione di “performing media” (performare-giocare i media) basate sull’evoluzione dell’esperienza dei blog.

Il blog svolge la funzione semplice e costante del diario di bordo on line di un evento. Un’elaborazione di scrittura connettiva e audiovisiva che i ragazzi del PerformingMediaLab pubblicheranno attimo per attimo, durante gli eventi, a cui si combineranno i ‘commenti’ attraverso cui ogni altro spettatore potr‡ inserire le proprie opinioni.

Trova cosÏ sviluppo il TarantaVideoBlog, inteso come ‘glocal diario’ in cui le scritture e le visioni soggettive (locali) si coniugano con la dimensione globale d’Internet.

http://www.performingmedia.org/lab/salento/; per informazioni:lab@performingmedia.org


Workshop di tamburello


Il 17 agosto, in occasione della sua presenza al Festival con il concerto del giorno dopo, il tamburellista Carlo Rizzo terr‡ un workshop per soli tamburellisti che si svolger‡ a Palazzo Legari, ad Alessano.

Carlo Rizzo puÚ essere considerato l’inventore di un nuovo modo di suonare ed interpretare il tamburello. All’inizio degli anni ‘80 iniziÚ a suonare in Italia con varie formazioni e partecipÚ come cantante e percussionista ad uno spettacolo di Giovanna Marini con la quale viaggiÚ in tournÈe in Francia, svolta decisiva per la sua vita. In Francia ha inventato e fabbricato lui stesso i “Tamburelli Politimbrici” che gli hanno aperto una carriera artistica interessantissima. Basti pensare che con i suoi strumenti puÚ ottenere acusticamente sonorit‡ simili alla batteria, ai timpani, al contrabasso, riuscendo a far dimenticare che suona soltanto con un tamburello di 30 cm di diametro. Grazie a pi_ sistemi meccanici sofisticati (lavoro quasi da orologeria) e utilizzando tecniche digitali (cioË percuotendo con le mani ma principalmente con le dita) da lui stesso elaborate, Carlo Rizzo ha creato il suo inimitabile stile che continua a interessare musicisti e compositori di grande livello. Numerosi concerti lo hanno messo a fianco di Gianluigi Trovesi, Michel Portal, Michael Riessler, Valentin Clastrier, Michel Godard, Renaud Garcia-Fons, Rita Marcotulli, Enrico Rava e tanti altri musicisti di jazz e musica contemporanea. Senza dimenticare le tantissime collaborazioni con i musicisti tradizionali come Ambrogio Sparagna e Riccardo Tesi, e le cantanti Lucilla Galeazzi ed Elena Ledda. Gli incontri poi con tantissimi percussionisti di stili e culture diverse hanno arricchito la sua sensibilit‡ artistica e allargato la sua concezione del ritmo.

Carlo Rizzo si dedica da anni alla composizione musicale scrivendo non soltanto una grande quantit‡ di pezzi ma anche componendo due spettacoli: Toscane e Lumiera.

La frequenza al workshop da lui tenuto ad Alessano sar‡ gratuita.

Per iscrizioni Ë necessario rivolgersi alla Segreteria del Festival tel. 0836 43.40.56.


Alan Lomax: il libro


Il 19 agosto a Galatina alle ore 20 nel Museo Civico Pietro Cavoti sar‡ presentato il volume Alan Lomax in Salento. Si tratta di un libro fotografico, pubblicato dalle edizioni Kurumuny e realizzato in collaborazione con Alan Lomax Collection e Istituto Diego Carpitella, che raccoglie interventi di Luigi Chiriatti, Anna Lomax, Goffredo Plastino, Luisa Del Giudice, Sergio Torsello.

Durante la ricerca sul campo in Salento, svolta insieme a Diego Carpitella dal 12 al 17 agosto 1954, Alan Lomax effettua oltre 170 registrazioni sonore e oltre 70 fotografie in bianco e nero, quasi tutte riprodotte in questo volume. La fotografia Ë stata per Lomax una reale vocazione, e la macchina fotografica molto pi_ che una tecnologia da usare insieme al registratore. Lomax ha realizzato dei “diari fotografici” durante le sue ricerche in Spagna (1952) e in Italia (1954/55), che dimostrano come egli sia stato sempre interessato a ritrarre e documentare i momenti salienti delle performances musicali, il paesaggio naturale e urbano, l’ambiente sociale dei musicisti e dei cantori. Nelle sue fotografie italiane si nota anche un’attenzione costante al mondo del lavoro e alla povert‡, quale risultato di condizioni di vita precarie e spesso insostenibili. Le immagini che qui si presentano sono un esempio straordinario della capacit‡ di Lomax di rappresentare visivamente e nella sua complessit‡ una realt‡ sociale e musicale che oggi ci appare lontanissima, ma che Ë al contrario, e paradossalmente, attuale.

Al termine dell’incontro† verranno presentate alcune immagini tratte dal† libro che sar‡ possibile visionare presso il Museo Civico dal 17 al 27 agosto.

Collettiva di pittura e scultura


Per la nona edizione della Notte della Taranta, l’associazione “Boys, Sport, Arte e Cultura” di Galatina organizza la Collettiva d’arte di pittura e scultura degli artisti Luigi Fulvi, Giorgio Mantici e Franco Codazzo che si confrontano con le culture mediterranee, muovendosi nei valori, richiamandosi ai segni profondi e antichi delle civilt‡. CosÏ come la Notte della Taranta rinnova e riporta al presente le radici del passato, la Collettiva d’arte vuole essere un percorso nella memoria del Mediterraneo come terra di incontro, esperienza di dialogo, seme di cultura di radici diverse. Un invito a scoprire e a ritrovare la terra del Salento attraverso la ricchezza e il fascino dei colori, la forza del rosso e la violenza dei raggi del sole.


IL FESTIVAL 2006: LA MUSICA


Oltre quaranta
i gruppi e gli artisti ospiti


Apertura anche quest’anno a Corigliano d’Otranto con tre gruppi di tradizione fra cui una formazione che arriva da Venezia, i Calicanto. Ai canti di lavoro sar‡ dedicata la seconda serata a Zollino con Uccio Aloisi, Giovanni Coffarelli, Umberto Sangiovanni e la Daunia Orchestra, mentre il tema della serata del 16 agosto a Cursi sar‡ quello delle minoranze linguistiche, presenza interessante nel territorio e nella cultura stessa della GrecÏa Salentina, con il concerto dei gruppi Avleddha, Maire Occitan e GhetonÏa. Da segnalare ancora la serata del 17 agosto a Soleto in memoria di Francesco Attanasi, giovane musicista e studioso di tradizioni musicali salentine scomparso a soli 26 anni nel 2005, con l’esibizione del gruppo da lui fondato Sciacuddhuzzi. Mentre sar‡ all’insegna del tamburello il concerto in programma ad Alessano il 18 agosto con il gruppo di Carlo “Canaglia” De Pascali, Agor‡, che aprir‡ l’esibizione di Carlo Rizzo Trio, esempio di assoluta innovazione e rivoluzione nel modo di suonare il tamburello, e poi lascer‡ il posto a Zimbaria, esempio invece di una interpretazione tradizionale di questo strumento.


Quattro progetti speciali


Provengono da altrettante aree geografiche e musicali e sono stati prodotti appositamente per il festival: l’incontro fra i musicisti e le cantanti egiziane della formazione Mazaher con uno dei gruppi storici del movimento di rinascita della pizzica, ZoË, il 19 agosto nell’Area Mercatale di Calimera; Raffaello Simeoni sar‡ invece sullo stesso palco del progetto Bandadriatica nell’incontro con la Kocani Orckestra il 20 agosto a Cutrofiano; il gruppo salentino Aria Corte incontrer‡ la musica occitana di Lou Dalfin con il siciliano Mario Crispi e la zampogna di Piero Ricci il 21 agosto a Carpignano; mentre il 23 agosto, verso l’epilogo del festival, un vero trionfo di tamburi sar‡ celebrato dall’incontro fra Nidi D’Arac e i tamburi di San Rocco e, a seguire, sullo stesso palco dall’incontro fra Nando Citarella e i tamburi del Vesuvio.


Il festival delle Province


Anche per questa edizione si ripropone la collaborazione con il Comitato Festival delle Province, una rete di enti pubblici e privati - composta dalle Province di Torino, Cuneo, Rieti, Perugia, dal Teatro delle Forme e dalla Regione Piemonte come soci fondatori, e dalle Province di Modena, Firenze, Roma, L’Aquila, Lecce, Catania e dall’Associazione Culturale Slow Food come soci sostenitori - nata nel 2004 e che si propone di tutelare, valorizzare e rinnovare le tradizioni ed il patrimonio culturale, sulla base di un rinnovato interesse che il pubblico rivolge verso le tradizioni popolari e le risorse del territorio.

La partecipazione del Comitato alla Notte della Taranta 2006 con la proposta di due progetti (il concerto della cantante sarda Franca Masu e quello della formazione di voci femminili Maire Occitan) Ë legata alla volont‡ di definire l’incontro e la comunione delle molteplici e sfaccettate manifestazioni di cultura popolare della nostra Penisola, mettendo al centro delle proposte musicali i suoni e le suggestioni del Mediterraneo.

I concerti sono ad ingresso libero ed hanno inizio alle ore 21.30.

Per informazioni Ë possibile rivolgersi al numero 0836 43.40.56 o visitare il sito www.lanottedellataranta.it .


IL FESTIVAL GIORNO PER GIORNO


ven 11 Agosto


CORIGLIANO D’OTRANTO Piazza Vittoria


Calicanto

Canzoniere Grecanico Salentino

Kumenei e Lu Professore


sab 12 Agosto


ZOLLINO Villa comunale


Giovanni Coffarelli

Umberto Sangiovanni e Daunia Orchestra

Uccio Aloisi Gruppu


dom 13 Agosto


MARTANO Largo Santa Sofia


Antonio Amato Ensemble

Franca Masu (Festival delle Province)

Alla Bua


lun 14 Agosto


MARTIGNANO Piazza della Repubblica


La Banda WagliÚ

Lautari

AmbrÚ Ospite Davide Van De Sfroos

Mario Salvi e i Cantori di Villa Castelli


mer 16 Agosto


CURSI Piazza Pio XII


Avleddha

Maire Occitan (Festival delle Province)

GhetonÏa


gio 17 Agosto


SOLETO Campo sportivo


Manek‡

Sciacuddhuzzi

Taranta Virus


ven 18 Agosto


ALESSANO Piazza Don Tonino Bello


Agor‡

Carlo Rizzo Trio

Zimbaria


sab 19 Agosto


CALIMERA Area Mercatale


AriAntica

Mazaher

ZoË


dom 20 Agosto


CUTROFIANO Piazza Municipio


Raffaello Simeoni

Bandadriatica incontra

King Naat Veliov

& The Original Kocani Orkestra


lun 21 Agosto


CARPIGNANO Piazza Duca D’Aosta


Ariacorte

Lou Dalfin

ospiti

Mario Crispi

Piero Ricci


mar 22 Agosto


GALATINA Piazza San Pietro


Kal‡scima

Circo Diatonico

Epifani Barbers


mer 23 Agosto


STERNATIA Villa Comunale


Schiattacore

Nando Citarella e i tamburi del Vesuvio

Nidi D’Arac e i tamburi di San Rocco


gio 24 Agosto


CASTRIGNANO DEI GRECI zona 167


MascarimirÏ

Carlos Nunez

I concerti avranno inizio alle ore 22,00.

Ingresso libero.

Informazioni presso i singoli comuni che ospitano i concerti.

Tutti i concerti del festival saranno preceduti da


IL PASTO DELLA TARANTOLA


Degustazioni teatralizzate di prodotti tipici salentini


produzione Cantieri Teatrali Koreja e Camera di Commercio di Lecce

Per informazioni e prenotazioni 0836 43.40.56