Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista sulla naturopatia a Rudy Lanza - seconda parte

Prosegue e termina qui l’intervista al direttore dell’IRL e presidente della FNNHP.

futuro della naturopatiaSe non hai letto la prima parte dell’intervista esclusiva a Rudy Lanza sul presente e futuro della Naturopatia italiana, clicca qui.

D. Su quali aspetti le citate associazioni dovrebbero fare un passo indietro per arrivare a un progetto comune? E a cosa è disposto a rinunciare lei?

R. Noi, come Federazione, facciamo parte di un grosso gruppo di aggregazione, molto rumoroso (SINAPE-CISL). Perché le altre 3 o 4 associazioni non ne vogliono far parte? All’interno del nostro gruppo le scelte si attuano democraticamente: c’è spazio per costruire insieme. Non si tratta di passi indietro o in avanti, e ovviamente, quando un’organizzazione è costituita da tanti soggetti, è meno facile presentarsi come il “salvatore della patria”. Il lavoro è collettivo. Pari dignità e pari rappresentatività.

D. Quali saranno le prossime tre cose che farà per il riconoscimento della Naturopatia? E per ricucire gli strappi con le altre associazioni?

R. La FNNHP, in accordo con altre 40, è apertissima al colloquio con le restanti 3 o 4. Personalmente, sto lavorando con un bravo mediatore, un naturopata siciliano, perché ho veramente a cuore una grande aggregazione. Vediamo se con operazioni di diplomazia sottile, otterrò ciò che, confesso, è stato impossibile conseguire in questi anni per miopia dei vari gruppi.

D. Alcune associazioni di naturopati hanno inviato una lettera a Maurizio Costanzo, a proposito della sgradevolissima polemica su cure alternative e cancro. Personalmente ritengo che la vicenda c’entri ben poco con la naturopatia e che da questi guaritori si dovrebbero prendere le distanze. Sta di fatto che in quell’occasione il nome dei naturopati è stato non poco infangato. Cosa ne pensa? Cosa ha fatto o farà lei?

R. I mass media in Italia, mi dicono, ricevono suggerimenti da chi sta in alto: le terapie naturali funzionano e non è detto che di questi successi tutti siano contenti. Perché allo spettacolo di Costanzo il pubblico non chiede: “Al di là del mettere in dubbio le sostanze naturali a priori, perché la Medicina scientifica non svolge ricerche serie su tutto ciò che non è conosciuto?”. Immediatamente ho scritto una lettera al Sig. Costanzo a nome della Federazione (FNNHP) precisando il ruolo del Naturopata e chiarendo aspetti relativi alla sua tutela come categoria. Se i mass media telecomandati vogliono screditare i Naturopati lo facciano al di fuori delle trasmissioni sulle terapie anti-cancro e memorizzino ciò che dico: I Naturopati veri non si occupano di cancro. Inoltre, con la SINAPE-CISL, abbiamo stilato un documento con cui si prendono le distanze da soggetti non ben identificati. Comunque, sia chiaro: il naturopata non si occupa di terapie degenerative.

D. Iscrizione ad associazioni a parte (almeno per il momento…), come possono contribuire alla causa i naturopati professionisti, gli studenti di naturopatia e i siti come questo? Le assicuro che c’è molta voglia di fare ed è un peccato sprecare queste potenziali risorse.

R. I Naturopati e gli studenti possono contribuire alla causa diffondendo presso i loro clienti e amici il ruolo del Naturopata e denunciare i tentativi che sono messi in atto per eliminare le medicine naturali (omeopatia, ad esempio) e le bio-discipline (naturopatia, shiatsu, ecc.). Sento dire che qualcuno vuole omogeneizzare la cultura, anche quella della salute, in tutta Europa. Occorre, invece “fare contro-cultura”. I siti d’informazione devono diventare sedi di denuncia, far sapere che il democratico Parlamento Europeo sta di fatto “eliminando” senza far rumore, molti prodotti naturali. Il cittadino europeo ignora del tutto ciò che combinano a Bruxelles sulle tematiche delle medicine naturali. Il discorso va portato a livelli più generali e deve riguardare i tentativi di sabotaggio del modello ecologico della salute. Se c’è molta voglia di fare, vede, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Ringrazio personalmente il dott. Lanza e ne approfitto per comunicare che, ovviamente, la Guida di Naturopatia di superEva è disponibile ad ospitare le opinioni di altri presidenti e segretari di associazioni di Naturopatia.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=