Questo sito contribuisce alla audience di

Le proprietà protettive del selenio

Questo prezioso minerale sembra essere efficace anche nel prevenire alcuni degli effetti nocivi associati a un particolare agente carcinogenico.

il selenio aiuta contro i tumori

Uno studio effettuato in Turchia ha dimostrato, nei ratti, un effetto protettivo del selenio nei confronti della tossicità indotta dall’agente carcinogenico DMBA (7,12-dimetil benzantracene, un idrocarburo aromatico policiclico). Il DMBA viene utilizzato per stimolare il processo di tumorigenesi alla mammella nelle ricerche di laboratorio.

Il selenio è un minerale potenzialmente utile in oncologia, poiché mostra attività anticancerogeniche e chemoprotettive. Enzimi che utilizzano questo elemento, come la glutatione perossidasi (GPx), giocano infatti un ruolo importante nel metabolismo e nella detossificazione degli idrocarburi aromatici policiclici.

In questo studio, a tutti i ratti è stata somministrata una singola dose orale di DMBA (12 mg). Al gruppo trattato sono stati forniti anche ug 20 al giorno di selenio per due settimane prima e una dopo la singola somministazione di DMBA.

Dopo 3 mesi i ratti sono stati sacrificati ed è stata valutata la tossicità sia a livello istopatologico che biochimico. Cinque ratti (il 30%) sono morti nel gruppo di controllo (solo DMBA senza selenio) durante il periodo dello studio, mentre non si è verificata alcuna morte nel gruppo trattato. La frequenza del tumore maligno è stata del 33% nel gruppo di controllo e di zero nel gruppo trattato. A livello biochimico, si è rilevata una maggiore attività di GPx nel gruppo a cui era stato somministrato il selenio rispetto al gruppo di controllo.

Il selenio sembra quindi essere efficace nel prevenire alcuni degli effetti nocivi associati al DMBA.

Kocdor H, Cehreli R, Kocdor MA, Sis B, Yilmaz O, Canda T, Demirkan B, Resmi H, Alakavuklar M, Harmancioglu O., Toxicity induced by the chemical carcinogen 7,12-dimethylbenz[a]anthracene and the protective effects of selenium in Wistar rats. J Toxicol Environ Health A. 2005 May 14;68(9):693-701.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=