Questo sito contribuisce alla audience di

Cure sbagliate, gli tagliano le gambe

L’ennesimo caso di malasanità è costato a un uomo l’amputazione degli arti inferiori.

ennesimo caso di malasanita' costa a un paziente amputazione degli arti

Su Metro di mercoledì 19 settembre 2007 è stata pubblicata la notizia che un intervento chirurgico, che la quinta sezione civile di Milano ha giudicato inopportuno, è costato a un uomo l’amputazione delle gambe.

La brutta vicenda ebbe inizio nel 1999, quando il signor Ercole, in seguito a forti dolori alle gambe, si recò presso un’azienda ospedaliera del Milanese. I medici dell’ospedale decisero di eseguire un by-pass femorale, senza informare il paziente dei rischi che l’operazione poteva comportare.

I giudici hanno ritenuto che ben più opportuna sarebbe stata una terapia farmacologica e che questo intervento pregiudicò gravemente la salute dell’uomo, il quale, già malato di diabete e con seri problemi cardiaci, morì nel 2001.

Il risarcimento che è stato assegnato ai familiari del sig. Ercole nel luglio del 2007, dopo mesi di battaglie legali, è solo una magra consolazione in questa vergognosa vicenda, in cui, come troppo spesso accade, l’attenzione alla persona e ai suoi bisogni sembra essere l’ultima delle preoccupazioni.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=