Questo sito contribuisce alla audience di

L'acido folico? Anche per il papà!

Per la salute del nascituro, è bene che sia anche l'uomo e non solo la donna ad assumere questa preziosa vitamina.

acido folico migliora gli spermatozoiSi è a conoscenza da tempo che, durante la gravidanza, esiste una correlazione tra la quantità di acido folico assunto dalla madre e la riduzione del rischio di comparsa di alterazioni nel bambino.

Ma nella salute del neonato potrebbe essere coinvolto anche il padre.

Uno studio pubblicato su Human Production indica che l’alimentazione paterna potrebbe ridurre la comparsa di aneuploidie (alterazione nel numero dei cromosomi) negli spermatozoi. E si è visto che dall’1 al 4% dello sperma di soggetti sani ha questo tipo di anomalia, con il conseguente aumento del rischio nella nascita di bambini affetti da Sindrome di Down, Sindrome di Turner o Sindrome di Klinefelter.

Nella ricerca è stato analizzato lo sperma di 89 soggetti sani e non fumatori, ai quali è stato valutato l’introito di alcuni nutrienti, tra i quali, oltre ad acido folico, zinco, vitamina C, vitamina E e betacarotene, tenendo conto sia dell’apporto fornito dall’alimentazione che dagli integratori alimentari.

I ricercatori hanno scoperto che esiste una correlazione statistica tra elevate quantità di folati e bassi casi di spermatozoi con aneuploidie. Infatti, nelle persone che assumevano da mcg 772 a 1150 di acido folico al giorno, si riscontrava una riduzione dal 20 al 30% di liquido seminale con alterazioni nel numero dei cromosomi. Non sono invece state trovate delle associazioni significative per gli antiossidanti e lo zinco.

Comunque gli stessi ricercatori ammettono che lo studio presenta dei limiti, tra cui quello di riuscire a isolare l’effetto dell’acido folico dagli altri nutrienti, cosa possibile con la ripetizione di analisi statistiche per ogni singolo nutriente, oppure mediante studi randomizzati che utilizzino soltanto integratori alimentari.

In conclusione, in soggetti sani e non fumatori, un elevato intake di acido folico potrebbe essere correlato a una diminuzione della frequenza di spermatozoi affetti da aneuploidia.

Young SS, Eskenazi B, Marchetti FB, Block G, Wyrobek AJ “The association of folate, zinc and antioxidant intake with sperm aneuploidy in healthy non-smoking men”. Human Reprod. 2008 Mar 19.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=