Questo sito contribuisce alla audience di

Quando andare dal naturopata

In quali circostanze può essere utile affidarsi a un naturopata? Chi può trarre benefici da un trattamento di naturopatia? Facciamo il punto della situazione.

quando è utile andare da un naturopata

Chi dovrebbe rivolgersi a un naturopata? In linea di massima, chiunque desideri star bene in modo naturale.

La naturopatia è infatti una biodisciplina sicura, efficace e “dolce”, indicata praticamente in ogni situazione e persino compatibile con cure mediche in corso.

La naturopatia inoltre è vivamente consigliata a chi voglia imparare a diventare protagonista attivo e responsabile della propria salute, dal momento che uno dei settori in cui questa disciplina raggiunge i risultati più brillanti è proprio quello della prevenzione, dell’educazione alla salute naturale e della gestione quotidiana del proprio benessere.

La domanda che i naturopati si sentono rivolgere spesso è: quali sono i disturbi per cui è particolarmente indicata la naturopatia? La risposta non è facile né generalizzabile, perché i benefici sul piano sintomatico e della prevenzione che derivano dai trattamenti naturopatici sono gli esiti non di un’azione mirata alla cura di malattie, bensì di un naturale e fisiologico processo di autoregolazione dell’organismo, legato al generale miglioramento della vitalità che si verifica quando si lascia fare alla saggezza della Natura, come accade d’altronde per altre discipline bio-naturali, quali yoga, riflessologia, shiatsu, tuina ecc.

Questo peculiare approccio consente alla naturopatia di essere utile in una molteplicità quasi infinita di casi. E infatti al naturopata si affidano persone con i disagi più disparati.

Questa, in realtà, è la vera forza e peculiarità della naturopatia: essere globale. Non essendo medicina - né convenzionale, né alternativa -, non è illness oriented, ovvero non incentra la sua azione sulla terapia di specifiche patologie, bensì su attività di riequilibrio complessivo ben più ampie, profonde e armoniche.

A titolo puramente esemplificativo, è comunque possibile elencare alcune delle principali situazioni nelle quali la naturopatia, statisticamente, si è rivelata di particolare aiuto:

• in problematiche legate allo stress in senso lato (tensioni fisiche e psichiche, ansia, nervosismo, angoscia, disturbi dell’umore e del sonno, palpitazioni ecc.)
• per vincere la stanchezza e la poca lucidità mentale, acquisendo più energia e voglia di fare
• nei disordini di natura psicosomatica
• nelle difficoltà digestive
• per ritrovare il giusto peso
• in ogni necessità di rieducazione alimentare, mediante programmi basati sulle specifiche caratteristiche personali
• per potenziare le difese contro le insidie dell’inverno e, più in generale, diminuire la predisposizione alle infezioni
• per riequilibrare alterate risposte immunitarie e infiammatorie
• negli squilibri del ciclo mestruale e in altri disordini femminili
• per aumentare la fertilità maschile e femminile
• per il benessere di ossa e articolazioni e per allentare le tensioni muscolari
• contro gli inestetismi della cellulite e la ritenzione idrica
• negli squilibri metabolici e ormonali
• a sostegno di terapie mediche
• in tutti quelle situazioni che la medicina non riesce a inquadrare o definisce banali o attribuisce sbrigativamente a stress (quelli che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito CESE, Cumulative Effects of Subclinical Everything)
• per rallentare l’invecchiamento fisico e psichico
• per ritornare in forma, incrementare il benessere generale e sentirsi meglio fisicamente o emotivamente.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

perché rivolgersi a un naturopata

perché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopataperché rivolgersi a un naturopata