Questo sito contribuisce alla audience di

Aspirina inutile nella prevenzione di infarti e ictus

E' quanto ha concluso una ricerca scozzese presentata al convegno della Società Europea di Cardiologia a Barcellona.

aspirina inutile come prevenzione cardiovascolare

Una terapia quotidiana a base di aspirina (Aspirinetta, Cardioaspirina) non viene più negata a nessuno: basta un’ombra di rischio cardiovascolare e ci si ritrova in trattamento a vita. E, a vita, l’industria farmaceutica guadagna un nuovo cliente…

Ora uno studio su 3.350 persone tra i 50 e i 75 anni, condotto dal professor Gerry Fowkes dell’Università di Edimburgo e presentato nei giorni scorsi al convegno della Società Europea di Cardiologia a Barcellona, dimostra che l’aspirina, utile in coloro che siano stati già colpiti da un attacco di cuore o da un ictus, invece non è efficace per la prevenzione dell’infarto, che sia cardiaco o cerebrale, nei soggetti sani, in cui per di più si è verificato che provoca un aumento del rischio di emorragie gastriche e intestinali.

Ci chiediamo se non sia davvero venuto il momento di iniziare a considerare con maggior decisione nuovi e più rispettosi modelli di salute, che limitino i farmaci alle situazioni realmente indispensabili e che incentrino invece la loro azione sullo stile di vita, sulla corretta alimentazione, sul miglior controllo delle emozioni, sulla pratica di un’attività fisica moderata ma costante, sulla rinuncia ad abitudini malsane e sull’utilizzo di prodotti naturali, che, quando impiegati in modo oculato, sono efficaci e sicuri.

Non abbiamo dubbi sul fatto che un simile approccio, dolce e naturale, possa consentire una valida gestione dei principali fattori di rischio cardiovascolare (obesità, ipertensione, colesterolo alto, diabete), oltre che un contestuale miglioramento complessivo della propria salute.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=