Questo sito contribuisce alla audience di

Il caffè previene il morbo di Parkinson

Una notizia che verrà accolta con entusiasmo dagli amanti della nera bevanda: due o tre tazzine di caffè al giorno abbassano fino a un quarto il rischio di Parkinson.

caffe prevenzione naturale parkinson

Il caffè è una bevanda piuttosto controversa: se sono ben noti alcuni effetti negativi di questa piacevole abitudine diffusa in tutto il mondo (tra cui innanzitutto aumento di ansia, nervosismo ed eccitabilità, insonnia, tachicardia, bruciori di stomaco ecc.), se ne stanno via via scoprendo anche interessantissime proprietà salutistiche.

L’ultima ricerca in ordine di tempo, che arriva dall’Università di Porto ed è stata pubblicata sul Journal of Alzheimer’s Disease, pone l’accento sugli effetti protettivi che la caffeina ha sul cervello: dall’esame di 26 studi precedenti, i ricercatori hanno concluso che 2-3 tazzine di caffè al giorno possono ridurre il rischio di ammalarsi di morbo di Parkinson del 25% negli uomini e del 14% nelle donne.

E gli effetti benefici del caffè sulla salute del cervello non finiscono qui: proprio poche settimane fa, sulla stessa rivista, è comparsa un’analoga ricerca che ha evidenziato che il caffè diminuisce anche le probabilità di sviluppare il morbo di Alzheimer.

Segnaliamo che, a parte casi specifici, 3 tazzine di caffè al giorno contengono una quantità di caffeina (circa mg 300) considerata non nociva alla salute dell’uomo adulto. Ovvero consentono di godere dei benefici del caffè senza subirne gli effetti collaterali…

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=