Questo sito contribuisce alla audience di

Farmaci per l'osteoporosi e rischio di cancro all'esofago

I bifosfonati usati nella cura dell'osteoporosi mostrano l'ennesimo effetto collaterale: raddoppiato il rischio di tumore esofageo.

i farmaci contro l'osteoporosi aumentano il rischio di tumori all'esofago

Una ricerca dell’Università di Oxford pubblicata sul British Medical Journal ha concluso che i bifosfonati, medicinali comunemente impiegati per la prevenzione e il trattamento dell’osteoporosi, raddoppiano il rischio di cancro all’esofago.

I bifosfonati (o difosfonati), quali alendronato e risedronato, sono farmaci che vengono utilizzati per prevenire le fratture. Sono abbondantemente prescritti innanzitutto alle donne in menopausa, quando la MOC evidenzi diminuzioni della densità ossea. Si tratta di medicinali in commercio con i nomi di Fosamax, Dronal, Adronat, Alendros, Optinate, Genalen, Actonel, Boniva, Aclasta/Reclast.

Già si sapeva che i bifosfonati non sono privi di effetti collaterali anche gravi (osteonecrosi della mandibola, dolori muscoloscheletrici, disturbi oculari ecc.), comprese irritazioni della mucosa dell’esofago. Lo studio in questione, che ha preso in esame tremila soggetti in cura con bifosfonati, ha evidenziato che i danni all’esofago possono essere ben più significativi di una semplice infiammazione: nel campione di studio, la frequenza di cancro esofageo è stata di 1 caso su 500, mentre tra chi non assume bifosfonati è di 1 su 1000.

Benché il rischio rimanga statisticamente basso (considerazione che interesserà poco quel soggetto su 500…), dev’essere segnalato e adeguatamente valutato, dal momento che il consumo di bifosfonati in Italia è in aumento, specie tra le donne in menopausa.

Andrebbe inoltre evidenziato che l’osteoporosi da più parti non è considerata una vera malattia ma semplicemente un fattore di rischio: la prescrizione di farmaci dagli effetti indesiderati tanto importanti a persone del tutto o relativamente sane forse meriterebbe qualche cautela in più.

In chiave naturale, le principali strategie per avere ossa robuste sono riportate negli articoli che seguono:

- Naturopatia e Medicina: osteoporosi
- Proprietà della vitamina D: previene infarto, osteoporosi e influenza
- Soia per la salute delle ossa
- Naturopatia e apparato muscoloscheletrico
- Prevenire e trattare l’osteoporosi con la fitoterapia
- Rimineralizzazione, osteoporosi ed equiseto
- Mi spiegate che proprietà e controindicazioni ha l’equiseto?
- L’importanza dell’equilibrio acido-basico
- L’assorbimento di calcio dipende dal peso corporeo

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=