Questo sito contribuisce alla audience di

A VELA NEL MARE INCOGNITO

Il progetto Mare Incognito, tra passato e futuro Nel 2000 dietro la scia dei fratelli Zeno, che scoprirono l'America prima di Colombo, e per l'anno prossimo un programma triennale da Panama all'Alaska, fino alle Filippine e l'Asia

La navigatrice elbana LAURA ZOLO si presenta.

Da 12 anni ha scelto di trascorrere la vita in mezzo ai mari.
Suoi unici compagni di viaggio sono i due cani Stella e Sultan, oltre alle passioni per la scrittura e la fotografia

NEW YORK, 21 GIUGNO 2001 - Laura Zolo, toscana, dell’Isola D’Elba, ha cominciato ad avvicinarsi al mare in giovane età agli inizi degli anni settanta, grazie alla presenza del circolo velico della Lega Navale Italiana Sez. di Portoferraio ed alla passione per la vela di genitori e amici.

Dal 1988, vive il mare a tempo pieno, dapprima navigando su un vecchio trimarano Piver di 9 metri, comprato per tre milioni di lire, e dal 1990 con la sua attuale barca “7 Roses”.
Ex insegnate elementare, ha alle spalle un matrimonio e una relazione con Jack Lammimam, inglese, capitano di lungo corso, con il quale ha condiviso la sua passione per il mare negli ultimi 4 anni e che si è conclusa proprio prima della partenza da New York.

Ama scrivere e ascoltare musica, ha pubblicato numerosi articoli per le riviste italiane più prestigiose del mondo della vela. Ha collaborato anche con quotidiani e pubblicazioni straniere, francesi in particolare. Parla e scrive correttamente sia l’inglese che il francese. Numerose sono le persone che ha conosciuto durante i suoi molti viaggi e con le quali rimane costantemente in contatto e che l’aiutano come possono.

( La Nazione-Corrado Ricci )