Questo sito contribuisce alla audience di

Hemingway

Bentornata a Cuba; giugno placherà i tuoi nervi. C’è una barca pronta dietro a un’altra pagina. Sfoga la tua rabbia nella rabbia dell’oceano, forse c’e’ una[...]

Negrita
Bentornata a Cuba;
giugno placherà i tuoi nervi.
C’è una barca pronta
dietro a un’altra pagina.
Sfoga la tua rabbia
nella rabbia dell’oceano,
forse c’e’ una spiaggia
dietro a un’altra pagina.
Ma come può accaderti questo?
Decolli a bordo del tuo letto.

Stai tranquilla, non è niente,
è solo vita che entra dentro:
il fuoco che ti brucia il sangue,
quella è l’anima.
Può anche non piacerti il mondo
o forse a lui non piaci te,
comunque questa è un’altra storia,
questo è Hemingway.

A Barcellona un uomo
svelto fruga tra i ricordi,
dietro la schiena il suolo
e non capisce perchè è li.
L’arena è tutta in piedi:
non si muove un filo d’aria,
sa di tequila e sale
e di dolore andarsene…
L’ultima pagina che hai letto
è stata un toro in mezzo al petto.

Stai tranquilla, non è niente,
è solo vita che entra dentro:
il fuoco che ti brucia il sangue,
quella è l’anima.
Può anche non piacerti il mondo
o forse a lui non piaci te,
comunque questa è un’altra storia,
questo è Hemingway,
questo è Hemingway.

(Foto: http://www.radio.rai.it/radiorai/online/ev_images/negrita06.jpg)