Questo sito contribuisce alla audience di

La crisi prima di L'uomo sogna di volare

Dopo Radio Zombie, i Negrita affrontarono un periodo di dubbi e incertezze, oltre alla questione Zama

Sanremo 2003“Il periodo compreso fra la composizione di Radio Zombie e l’inizio dei lavori di L’uomo sogna di volare è stato segnato da dubbi e incertezze. Radio Zombie è un album introverso; il grande successo del precedente Reset probabilmente ci ha caricato di pressioni e aspettative alle quali al momento non eravamo preparati. A peggiorare la situazione c’è stato il problema Zama, batterista della band che per necessità familiari si è trovato a ridurre la sua presenza in ogni fase del lavoro fino all’abbandono definitivo. Oltre al trauma di un distacco col contagocce, trovarsi improvvisamente a dover comporre solo su delle batterie elettroniche, ha fatto naturalmente la sua bella differenza sulle nuove canzoni. L’insieme delle cose ha generato inevitabilmente un clima di incertezze e scelte goffe che sembrava non aver fine. Per esempio la nostra partecipazione al festival di Sanremo del 2003: già di per sé piazza pericolosa, abbiamo deciso di affrontarla con Tonight, uno dei nostri pezzi meno incisivi, preferendola a Magnolia. Risultato: Sanremo è stato un buco nell’acqua e solo pochi mesi dopo Magnolia ha scalato le classifiche e si è rivelata la nostra maggiore hit mai scritta fino a quel momento. Ma neanche il successo di quel pezzo riusciva a sciogliere i dubbi: pur incassando con gioia la consapevolezza di essere ancora in grado di scrivere delle hit, il pensiero di aver raggiunto il jackpot con una batteria evidentemente finta era irritante, quasi un dispetto alla nostra discografia”.

Fonte: http://www.collettivosoleluna.net/?p=829

(Foto: http://static.guide.supereva.it/tvblog/manifesto_sanremo2003_altadefinizione.jpg)