Questo sito contribuisce alla audience di

Negativo, il testo

Ecco le parole del celebre brano della band aretina

Negrita
Pensavo di poter uscire
e chiudere di scatto
lasciandomi di là
come lasci a casa un gatto.
Ma in fondo, sai cos’e',
non si fugge mai da se stessi,
non si riesce a farsi fessi;
e adesso che lo so
prendo i miei provvedimenti:
andrò coi fari spenti,
per non esser processato
come Cristo da Pilato.
Niente sconti o omaggi,
siamo chiusi oggi,
non voglio fare patti con il mondo e le sue porche leggi.

Non nominate Dio se tutto è lecito,
meglio fuori legge
meglio eretico!

Negativo
Negativo
Negativo
Negativo

Non mi va d’essere schiavo
di un padrone assenteista,
in attesa di nuova gestione
uscirò dalla sua vista.
Nuovo passaporto,
il vecchio Bruni è morto:
votate il vostro boia,
non m’importa più di molto.

Questo è quel che voglio
e non chiedo di meglio,
non mi serve aiuto
per fare un altro sbaglio.

Negativo
Negativo
Negativo
Negativo

Non nominate Dio se tutto è lecito,
meglio fuori legge
meglio eretico!

Questo è quel che voglio
e non chiedo di meglio,
non mi serve aiuto
per fare un altro sbaglio.

Negativo
Negativo
Negativo
Negativo

(Foto: http://negativoweb.com/wp-content/uploads/2009/05/negrita2.jpg)