Questo sito contribuisce alla audience di

Il Mito della Dea - parte I

Presentato da Gardner nel libro “Witchcraft Today” del 1954 come ‘Il Mito della Stregoneria’, questo testo racchiude in se l’essenza stessa della teologia stregonesca su cui, come Gardner stesso scrive, si basa l’intero culto delle Streghe.

Ora, D. Non aveva mai amato, ma tutti i misteri desiderava risolvere, persino il mistero della Morte; per questo si recò negli inferi. I guardiani dei portali la sfidarono. ‘Togliti gli abiti, lascia i gioielli perché nulla puoi portare con te nella nostra terra’. Così ella si spogliò di vesti e gioielli e fu legata come tutti coloro che entrano nei reami della Morte, la potente.

 

Così grande era la sua bellezza che la Morte stessa si inginocchiò e le baciò i piedi, dicendo: ‘Siano benedetti i tuoi piedi che ti hanno portato su queste vie. Resta con me, lasciami posare la mia gelida mano sul tuo cuore.’ Ed ella rispose: ‘Io non ti amo. Perché fai svanire e morire tutte le cose che amo e che mi recano piacere?’.
‘Signora’ rispose la Morte, ‘questo è il passare degli anni e il fato, contro cui non posso nulla. Il passare del tempo fa sì che tutto appassisca; ma quando gli uomini muoiono alla fine del loro tempo, io dono loro riposo e pace e forza in modo che possano ritornare. Ma tu, tu sei splendida! Non ritornare; resta con me.’
Ma ella rispose: ‘Io non ti amo’. E la Morte disse: ‘Tu che non hai voluto la mia mano sul tuo cuore, dovrai assaggiare la sferza della Morte.’
‘Se questo è il fato, così sia,’ ella disse, e si inginocchiò. La Morte la frustò e lei pianse: ‘Conosco i tormenti dell’amore!’ E la morte disse: ‘Che tu sia benedetta,’ e le diede il quintuplice bacio, dicendo: ‘Solo così raggiungerai la gioia e la conoscenza’.

 

E lui le insegnò tutti i misteri, e si amarono e furono uno; e lui le insegnò tutta la magia. Perché vi sono tre grandi eventi nella vita dell’uomo – amore, morte e resurrezione in un nuovo corpo – e la magia li controlla tutti. Per realizzare l’amore devi ritornare nello stesso tempo e luogo dei tuoi amati, e devi ricordarli e amarli di nuovo. Ma per rinascere devi morire ed essere pronto per un nuovo corpo; per morire devi rinascere; senza amore non puoi nascere, e questa è tutta la magia.

 

(Gerald B. Gardner, “Witchcraft Today”, 1954 - Testo tradotto e adattato dall’originale da Darnell)

 

Il Mito della Dea - parte II —>