Questo sito contribuisce alla audience di

Quando un libro viene aperto - parte II

Esperienza libresca, esperienza del reale: quale posto un libro si ritaglia nella spiritualità Neo Pagana?

Le religioni Neo Pagane sono prima di tutto religioni esperenziali, in cui il cammino del singolo praticante diviene il fulcro attorno cui si costruisce la spiritualità delle stesse, in cui il contatto diretto col Divino rimane l’esperienza spirituale per antonomasia.
Il Neo Paganesimo ci pone innanzi a domande cui solo noi stessi possiamo rispondere, dopo un cammino che è senza fine il cui obiettivo è l’itinerare stesso.

Nessun testo potrà mai sostituirsi all’esperienza del religioso, nessuno scritto potrà prendere il posto degli errori e dei successi di ogni giorno, nessun pezzo di carta rilegata con cura potrà mai trasudare quelle armonie dello spirito che esplodono ogni istante intorno a noi.

Un libro che parla di religioni Neo Pagane dal punto di vista dello spirituale non è altro che una raccolta di esperienze di un singolo che percorre un sentiero, il suo sentiero; ascoltare le esperienze altrui è sicuramente una forma di crescita e di confronto, ma le stesse non potranno in nessun modo divenire i nostri paradigmi esperenziali.
Facciamo tesoro delle parole di chi è venuto prima di noi, chiediamoci il perché delle sue scelte, mettiamo a confronto ciò che ci accomuna e ciò che invece ci separa; traiamo pure ispirazione dalle parole, dalla poesia, dalla ritualistica di chi condivide con gli altri i frutti della sua creatività; ma facciamo tutto ciò in modo attivo e critico, senza lasciarci impressionare come inerti lastre fotografiche.

Solo perché quella persona è riuscita a pubblicare le sue esperienze, i suoi percorsi, le sue tecniche, non significa che tutto ciò sia adatto a noi o che abbia una valenza superiore a ciò che ogni giorno viviamo: usciamo da quella forma mentis incatenante secondo la quale qualcosa è scritta e venduta perché valida in tutto e per tutti, secondo la quale lo scritto ha un carattere normativo e rivelatorio: apriamo invece l’immenso libro del Cosmo, un testo che esiste da quando abbiamo memoria d’esistenza, intessuto di segni e simboli, labirinti intricati e intrecci di luce e ombra, un libro che ognuno può leggere in ogni momento e che cresce con la crescita di chi lo legge e lo scrive.






<-- Parte I


Parte III –>