Questo sito contribuisce alla audience di

L'Incarico della Dea

Dalla prima stesura di Gardner, del 1949, questo testo ha subito numerose modifiche. La versione finale, opera della Valiente, è oggi celebre in tutto il mondo, Wiccan e Neo Pagano in genere; in quello che si può definire un pezzo d'ispirazione davvero divina è racchiusa l'essenza stessa dell'archetipo della Dea.

“Ogni volta che avrete bisogno di qualcosa, una volta al mese, e meglio quando la luna è piena, allora vi riunirete in un luogo segreto ed adorerete il Suo spirito, di colei che è la Regina di tutte le streghe. Lì vi riunirete, voi che desiderate imparare tutte le stregonerie e ancora non ne avete carpito i segreti più profondi; a costoro Lei insegnerà cose ancora sconosciute.
E sarete liberi dalla schiavitù; e come segno che siete realmente liberi, sarete nudi nei vostri riti; e danzerete, canterete, farete festa, suonerete e farete l’amore, tutto in Sua lode. Perché Sua è l’estasi dello spirito, e Sua è anche la gioia sulla Terra; perché la Sua legge è l’amore per tutti gli esseri.

 
Tenete puri i vostri più alti ideali; lottate per conquistarli; non permettete a nulla di fermarvi o di farvi deviare. Perché Sua è la porta segreta che si apre verso la terra della giovinezza e Sua è la coppa del vino della vita, e il calderone di Cerridwen, che è il Sacro Grail dell’immortalità. Lei è la graziosa Dea che elargisce il dono della gioia nel cuore dell’uomo. Sulla Terra, Ella donò la conoscenza dello spirito eterno; e dopo la morte, Ella dona pace e libertà, e l’incontro con quelli che partirono prima.
Ed Ella non richiede sacrifici, perché ricordate, Ella è la madre di tutti i viventi, e il Suo amore è riversato su tutta la Terra.

 
Lei che è la bellezza della terra verdeggiante, e la bianca luna circondata di stelle, e i misteri delle acque, e il desiderio del cuore dell’uomo, chiama i vostri spiriti. Svegliatevi, e venite a Lei.
Perché lei è l’anima della natura, che dà vita all’universo.
Da Lei tutte le cose provengono, e a Lei tutte devono ritornare; e di fronte al suo volto, amata dagli dei e dagli uomini, lasciate che il vostro più profondo sé divino sia avvolto nell’estasi dell’infinito. Lasciate che la Sua adorazione risieda nel cuore che gioisce; perché ricordate, tutti gli atti di gioia e di piacere sono Suoi rituali. E per questo fate sì che in voi vi siano bellezza e forza, potere e compassione, onore ed umiltà, gioia e rispetto.

 
E voi che pensate di cercarLa, sappiate che il ricercare e l’anelare non vi servirà, se non conoscete il mistero; che se quello che cercate non lo trovate dentro di voi, allora non lo troverete mai fuori da voi. Perché ricordate, Ella è stata con voi sin dall’inizio; e Lei è ciò che otterrete alla fine del desiderio.”

 

(Testo tradotto dall’originale da Darnell Reed)