Questo sito contribuisce alla audience di

Autismo: aspetti introduttivi

Bambini bellissimi ma distanti… chiusi in una torre d'avorio.... bambini della Luna, per la loro distanza dagli altri, affascinanti e inquietanti...per il mistero che li circonda. Lo scrigno autistico stimola dubbi, domande e perplessità alla ricerca di una spiegazione definitiva. 

bambino soloL’autismo rientra nei disturbi pervasivi dello sviluppo, così come la sindrome di Asperger, la sindrome di Rett e il Disturbo disintegrativo dell’infanzia.

L’eziologia della sindrome autistica è sconosciuta, ma si sa che non è un disturbo derivante da problematiche relazionali infantili (teoria della mamma frigorifero), peraltro visto che vi sono differenti forme di autismo, probabilmente non esiste un’unica causa determinate la sindrome.

Sinteticamente le caratteristiche salienti possono essere raggruppabili nella triade:

    1) Difficoltà nell’interazione sociale
    2) difficoltà nella comunicazione
    3) interessi ed attività limitate.

Tale quadro psicologico sembra frutto di un alterato sviluppo del bambino a partire da una deficitaria capacità di attenzione congiunta nonché un deficit della teoria della mente ovvero la capacità di comprendere le intenzioni altrui ed evidentemente non comprendendo tali intenzioni i bambini autistici sono incapaci di un corretto apprendimento per osservazione.

Non esiste al momento un trattamento farmacologico o psicologico adeguato, ma diversi approcci psicopedagogici di stampo cognitivo comportamentale (TEACCH, ABA) permettono di conseguire risultati interessanti in riferimento all’autonomia della persona con autismo migliorandone la qualità della vita.

Tanti dubbi ed una sola certezza: Per questi bambini si continua e si continuerà a lavorare alla ricerca di una spiegazione all’enigma “autismo”

Ultimi interventi

Vedi tutti