Questo sito contribuisce alla audience di

Lo scimpanzè che si riconosce allo specchio

Cosa pensa uno scimpanzé di fronte ad uno specchio? Difficile saperlo, ma di certo sappiamo che riconosce la sua immagine ed a volte se ne compiace pure.

Pan paniscus cogitansIl pensare dà forma all’essere della persona ed al suo concepirsi tale.
Un momento particolarmente importante nello sviluppo dell’ identità è quando il bambino si riconosce allo specchio, tappa importante per lo sviluppo del me e del non me.
Da sfatare l’idea antropomorfocentrica che solo gli essere umani abbiano una rappresentazione del proprio corpo.

Non è affatto vero!

A tal fine, Gallup propose un test. Degli scimpanzé bonobo (Pan paniscus) vennero posti davanti uno specchio per 10 gg, e si vide come, sin da subito questi primati, mostrassero comportamenti sociali, quindi dopo qualche iniziavano dei comportamenti di esplorazione corporea come se effettivamente stessero riconoscendo il loro corpo allo specchio.
Per verificare tale ipotesi, vennero addormentati e marcati con un colore rosso sopra l’occhio destro.
In assenza dello specchio, difficilmente gli scimpanzé si toccavano il marchio colorato, quando, però venivano posti davanti ad uno specchio i loro movimenti di esplorazione rispetto al marchio colorato aumentavano sensibilmente.

Il riconoscersi allo specchio non è solo una abilità cognitiva, ma come dicevamo l’espressione della consapevolezza corporea e di una rappresentazione corporea interna e forse di una forma di coscienza che fino a poco tempo fa si pensava appannaggio solamente degli esseri umani.
Sapere che anche questi splendidi animali condividano qualcosa con noi forse ci fa sentire meno unici, ma anche meno soli!

Ultimi interventi

Vedi tutti