Questo sito contribuisce alla audience di

Bush, Gore e la New Economy

L'America e il mondo sono con il fiato sospeso: sarà Bush o Gore il 43° Presidente? Non si era mai verificato nulla di simile, accade ora nell'era della Net Economy. Cosa non va?

Eccole qui: le Net Elections del 2000, le prime in cui internet ha avuto il suo peso. Dopo 10 giorni non c’è il Presidente degli USA e tutto è appeso, per la prima volta, ai voti espressi con un mezzo vecchissimo e lentissimo la normale posta detta anche, da noi net-omani, “snail mail” (posta lumaca).

Avevano capito tutto i detrattori della New Economy,anche nostrani, che si sono sbizzariti a definirla grande illusione o grande bluff?

Parrebbe di si, ma io penso proprio di no!!!!

In realtà alla fonte di questa temporanea debacle della macchina elettorale statunitense c’è indirettamente, la new economy ma in questo senso: l’America grazie alla new economy sta sperimentando la più grande crescita ininterrotta dell’ultimo secolo che, nonostante qualche ovvio rallentamento non accenna a diminuire…

Questo si è riversato sulle elezioni: la domanda che si pongono gli americani è questa: vogliamo cambiare adesso che stiamo esplodendo di benessere?

Ovviamente no e allora, voi penserete, votiamo Gore che rappresenta la continuità.

NO.

Perchè?

Gli americani mai si sono mostrati così incerti perché sanno che chiunque conquisterà la White House la corsa della Nazione continuerà. Perchè? Semplice perchè i repubblicani si sono dmocratizzati e i democratici si sono repubblicanizzati.

L’amministrazione Clinton ha guidato questa cavalcata mantenendo dei capisaldi del reaganismo come lo scarso intervento dello Stato nell’economia e ha dovuto rinunciare a grandi riforme come quella sanitaria e della scuola.

I repubblicani nel frattempo sono diventati pìù innovatori e cavalcano anche loro la new economy.

Ecco quindi che gli americani si sono schierati per Bush o Gore per altri motivi (aborto, ambiente, pena di morte etc..) tutti importanti ma, attualmente non determinanti per il Paese.

Ciò ha portato dovunque scarti minimi e in Florida meno dell’uno per cento. La legge prevede che per chiarire le cose se lo scarto eè piccolo si rifacciano i conti: secondo me questa non è un’empasse ma è democrazia. In Italia per un solo voto in più si parlerebbe di umiliazione e condanna storica dell’avversario.

Ben vengano quindi i voti postali per chiarire e per rafforzare la convinzione che, comunque vada, sarà un successo.

This is democracy Man! This is America!

Le categorie della guida