Questo sito contribuisce alla audience di

E ora?

Il vigliacco attacco agli USA ci ha lasciati tutti senza fiato e senza parole. Ma ora?

Non sono intervenuto nei giorni immediatamente successivi al vile e barbaro attentato agli USA per un semplice motivo.

Ero e sono profondamente addolorato per la violenza che è stata fatta a migliaia di vittime innocenti ed inconsapevoli ed ad una nazione e a delle città che amo molto e che, ora più di prima, sono nel mio cuore.
Non ce la facevo a scrivere prima.

Ora però è tempo di reagire. Faremmo davvero il gioco dei terroristi se ora vivessimo sempre nella paura e facessimo andare tutto a rotoli, a partire dall’economia.

Non avranno la soddisfazione di farci diventare tutti razzisti ed intolleranti e cancellare le regole democratiche e di accoglienza civile che, con tanti sacrifici, ci siamo dati nel corso degli anni.

Per quanto riguarda la New Economy, devo dire che si sta comportando abbastanza bene. Internet,ha ancora di più, mostrato la sua potenza nel permettere di inviare informazioni e richieste di aiuto istantaneamente in ogni angolo del globo, facendo coalizzare tutti contro questa nuova vigliacca barbarie,

Maluccio sta andando per la Old Economy. Ma è ora di dare un segnale. Continuiamo a dare fiducia ai nostri governanti e alle nostre aziende. Torniamo ad investire, a viaggiare, a vivere.
Spero che nel frattempo la giustizia internazionale ce la faccia a catturare e condannare i responsabili di tale disumana crudeltà.

Non so, voi, ma il mio desiderio è di ritornare a vedere presto svettare nel cielo di New York le Torri del World trade Center, che mi ebbero visitatore affascinato qualche anno fa. Certo il WTC dovrà essere dedicato, per non dimenticare, alle vittimeinnocenti della violenza di tutto il mondo.

Per ora rimbocchiamoci le mani ed aiutiamoci tutti a vicenda.

Le categorie della guida