Questo sito contribuisce alla audience di

Microsoft vs Unione Europea: ci siamo

Dopo 5 anni, la controversia, in materia di Antitrust fra la Big House di Redmond e l'Autorità di Brussels volge all'epilogo.

A meno di sorprese eclatanti, l’ Unione Europea fra pochi giorni emetterà la sua sentenza sull’abuso di posizione dominante da parte della Microsoft riguardo al suo principale prodotto: il sistema operativo Windows.

E’ senz’altro il caso più scottante, e dalle dimensioni più vaste, che ha incontrato nel suo mandato, il Commissario all’Anti Trust, l’italiano Mario Monti, il cui mandato scade questo autunno.

Per la Microsoft, fonti più o meno ufficiali, prefigurano una sonora batosta. Sarebbe costretta a pagare una multa che potrebbe andare dai 100 milioni fino al Miliardo di dollari, per le violazioni finora compiute ed essere costretta a sostanziali cambiamenti.

Il primo a rilasciare una parte del codice di Windows, in modo da permettere alle aziende concorrenti di poter più facilmente creare applicazioni per questo sistema operativo.

Il secondo di fornire alle case produttrici di computer un sistema operativo Windows privo di Windows Media Player, permettendo in tal modo ad altri competitors di entrare nel mercato dei multimedia.

Succederà tutto questo?

Se dovesse accadere gli analisti dicono che avrebbe delle inevitabili ripercussioni anche sul mercato ststunitense, dove potrebbero avviarsi richieste di provvedimenti simili.

La decisione finale è prevista per il 24 Marzo e fino a quella data gli uomini di Gates tenteranno di trovare un accordo più soft con la Commissione.

Ci riusciranno?

Ai posteri…..

Le categorie della guida