Questo sito contribuisce alla audience di

Don't stop

Il grande, grandissimo, ritorno dei Rockets

Impossibile non conoscerli, impossibile dimenticarli.

Doveroso acclamarli.

Stiamo parlando dei Rockets, il gruppo che tra gli anni settanta e ottanta ebbe un successo planetario con la loro musica elettronica e il loro look da extraterrestri.

Se ne erano perse le tracce, qualcuno li aveva avvistati in un’ altra galassia, i più informati avevano ricevuto alcuni impulsi dal pianeta dove sono soliti risiedere.

I segnali ufficiali del loro ritorno?

Il loro album Don’t stop (etichetta Dream Beat/distribuzione Sony Music), dieci tracce dove brani storici rivisitati quali Galactica e Electric Delight si affiancano a inediti come Don’t Stop e Rockets Land.

L’album dei Rockets esce ufficialmente a metà giugno.

Attualmente la formazione dei Rockets è composta da Fabrice Quagliotti (tastiere e vocoder) Lbm (voce e synth percussions), Little B (batteria e percussioni).

Siamo sempre rimasti in contatto – spiegano Fabrice e Lbm – e come per telepatia, ci siamo ritrovati dopo 20 anni al museo De La Decouverte di Parigi, proprio dove avvenne il nostro primo incontro.

La decisione di iniziare un altro viaggio attraverso la discografia è sorta spontanea, grazie anche all’incontro con il dj/produttore Joe T. Vannelli”.

Pronti a cogliere i nuovi spostamenti interstellari dei Rockets?

Le categorie della guida

Link correlati