Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Paco Ignacio Taibo II

"Cosa succederà all'Ezln? E' una risposta che potrei dare se avessi una boccia di vetro, di quelle per prevedere il futuro... ma le bocce le uso solo per le partite di bowling"

Quando una cosa ci mette più di sei mesi, o è una gravidanza o non ne vale la pena”. Così si legge all’inizio del libro che ha scritto con il Sub Marcos. La rivolta zapatista vale la pena?
La frase è di Marcos, non mia. Dovete chiederlo a lui. Sicuramente vale la pena. E’ evidente che non si può stare qui a discutere molto sull’importanza di questa rivolta. La ribellione degli indigeni zapatisti è basata su un fatto storico, è basata su una situazione di ingiustizia, e pertanto si giustifica.

Lei ha scritto diversi libri, anche sul Comandante Ernesto “Che” Guevara, protagonista della rivoluzione cubana. Si possono paragonare i due personaggi?
No, assolutamente no. Non si possono paragonare questi due personaggi per un motivo decisamente fondamentale. Il comandante Ernesto Guevara per me è stato molto importante ed è una personalità che già vive nella storia. Pertanto bisogna trattarlo come un personaggio storico. Il Sub comandante Marcos, invece, è un personaggio attuale, il nostro rapporto si è basato sulla scrittura di questo volume, é un personaggio che bisogna trattare con l’arte del giornalismo dell’attualità e non con quella della storia.

Le categorie della guida