Questo sito contribuisce alla audience di

Ucraina, la fabbrica dei bambini mai nati

I feti di bambini abortiti da donne ucraine alimentano un macabro commercio di cellule staminali che ha come destinazione finale cliniche private e istituti di bellezza in tutto il mondo

Ospedale numero 6. Dietro garanzia che le cellule umane con poche settimane di vita possono contribuire a rigenerare i tessuti, istituti senza scrupoli acquistano staminali embrionali per utilizzarle in trattamenti estetici che possono costare fino a 15 mila euro. La Bbc ha ottenuto un video in cui vi è la prova che molti aborti sono stati indotti. In alcuni casi alcuni neonati sarebbero addirittura stati sottratti alla nascita alle partorienti. In particolare, nel reparto maternità dell’ospedale numero 6 di Kharkiv, cittadina ucraina vicina al confine con la Russia, l’attivista di un’associazione che dà sostegno a un centinaio di vittime di aborti, è riuscita a filmare un’autopsia che mostra organi rimossi dal corpo smembrato di un bambino. Le staminali sarebbero state estratte dal cervello e soprattutto dal midollo spinale, che è una ricca riserva di tali cellule.

Le categorie della guida