Questo sito contribuisce alla audience di

Il 'No Cav Day' non risparmia nessuno

Manifestazione in piazza Navona: «Siamo centomila». Travaglio, Grillo e Guzzanti contro tutti, Pd compreso

Trentamila, cinquantamila, centomila. Gli organizzatori del ‘No Cav Day’ in piazza Navona hanno snocciolato cifre, entusiasti. Per la Questura erano 15mila i presenti. Nel frattempo sul palco fulmini e saette. Ha aperto la strada Marco Travaglio (il video).

Messi in conto gli attacchi contro Berlusconi e il Pd, arrivano anche quelli - attesi, ma scongiurati fino all’ultimo - contro Napolitano: «Fino ad ora il Quirinale ha firmato tutto, compresa l’aggravante razziale. Speriamo che la smetta». E sul Pd: «Berlusconi vince sempre le elezioni per abbandono degli avversari, non lo lasciamo in pace, anche stavolta aveva un piede nella fossa ma la sinistra italiana si è data questa missione: resuscitarlo. Aiutamolo a sparire sennò per inerzia scivola al Quirinale».

Attacco a Veltroni (non direttamente nominato): «Berlusconi arretra e gli altri vanno più indietro di lui. Ha una tv abusiva e una casa editrice rubata, ma nonostante questo gli altri dialogano, anche se lui continua a fare di tutto per sputtanarsi. Per dire, nomina Schifani presidente del Senato e la Finocchiaro lo bacia». Pesanti ironie sono riservate anche al ministro della Giustizia: «Alfano spara ca…te da mattina a sera ma siccome lo fa dialogando nessuno dice niente».

Le categorie della guida

Link correlati