Questo sito contribuisce alla audience di

Richiesta informazioni per creare un'associazione

Con un gruppo di teatranti vorremmo far nascere una compagnia teatrale che abbia come fine sia il nostro sostentamento (in quanto diverrebbe anche il nostro lavoro), sia la formazione teatrale della gente attraverso rappresentazioni teatrali, corsi di recitazione, letture di testi, fino alla programmazione di seminari, fiere, ecc. Non sappiamo sotto quale forma far risultare questo tipo di attività, se tra un'associazione, una fondazione, ecc.. La prego di fornirci un utile consiglio in merito, grazie per la cortesia.

Le vostre domandeL’attività che volete intraprendere mi pare poco compatibile con il carattere non profit che le associazioni devono mantenere.
Mi spiego meglio
L’organizzazione di corsi e le rappresentazioni teatrali sono operazioni commerciali che non possono essere l’unica fonte delle entrate dell’associazione, dal momento che verrebbe disconosciuta la caratteristica di “ente non commerciale“.
L’attività diverrebbe “non commerciale” se gli utenti dei corsi fossero soci. Ma l’essere socio comporta anche il diritto di voto in assemblea e la possibilità di partecipare anche al consiglio direttivo con perdita conseguente del controllo dell’associazione da parte vostra.
La scelta tra associazione e fondazione non risolve il problema anzi lo aumenta: la fondazione deve essere costituita con almeno un fondo di dotazione di circa 52.000 euro (il limite è fissato da leggi regionali).
Forse la forma migliore per gestire un’attività del tipo da voi prospettato è quella di una cooperativa ma sull’argomento non posso darvi molte informazioni perché non mi occupo di cooperative.
Tuttavia la differenza sostanziale tra coop e associazioni senza finalità di lucro è nelle finalità: la cooperativa ha il c.d. fine mutualistico cioè i soci possono accedere a migliori condizioni a beni o servizi o al mercato del lavoro. L’associazione ha come finalità la “non divisione” di eventuali utili (o avanzi di gestione) che fossero generati durante la vita associativa.
La cooperativa non è del tutto semplice: vi sono particolari aspetti burocratici che non possono essere evitati e che rendono un po’ complessa la vita ma a volte il gioco vale la candela.

Saluti