Questo sito contribuisce alla audience di

Associazione non profit ludico-ricreativa

Ho intenzione di creare una associazione non a scopo di lucro a carattere ludico ricreativo,nel contesto della quale proporre intrattenimenti di vario genere, da giochi di ruolo e di società fino a simulazioni fantasy,tornei di fantacalcio,Risiko ecc...

Le vostre domande

Ho intenzione di creare una associazione non a scopo di lucro a carattere ludico ricreativo,nel contesto della quale proporre intrattenimenti di vario genere, da giochi di ruolo e di società fino a simulazioni fantasy,tornei di fantacalcio,Risiko ecc…
Il mio problema è che ignoro completamente l’iter burocratico da affrontare per la costituzione di una associazione di questo tenore.
Vorrei sapere le cose fondamentali da fare per creare questa associazione.
In più alcune curiosità e dubbi che mi hanno assalito negli ultimi giorni
Una volta costituita l’associazione il Comune di Residenza è obbligato a fornire una sede o può rifiutarsi?
Ho saputo che bisogna rivolgersi al proprio Comune per registrare una associazione,è vero o può bastare una scrittura privata senza risultare dunque in nessun registro?
Ci sono degli obblighi precisi cui devo adempiere una volta costituita l’associazione(tessere di associazione,approvazione del bilancio ecc..)?

Ciao da Gianpaolo,

Per la creazione di un’associazione ti rimando all’intervento che è pubblicato in questa pagina.

Sulle altre domande ti dico che:
a) il comune di residenza NON è tenuto a fornirti una sede. Gliela puoi comunque chiedere, facendo leva sulla possibilità (per esempio) di coinvolgere i giovani in una realtà aggregativa.

b) generalmente i Comuni chiedono che le associazioni che operano nel loro territorio, dopo aver eseguito tutte le registrazioni previste dalla legge, si registrino anche presso di loro. Questo perché il Comune chiede di sapere quali soggetti non profit operano sul territorio, mancando un regime efficiente di pubblicità (come invece lo sono le Camere di Commercio per esempio). In base al regolamento comunale, gli e.n.p. locali possono registrarsi nell’apposito elenco (o registro) tenuto dal Comune.
Non si tratta però di un obbligo ma è consigliabile che ciò avvenga affinché l’associazione possa essere consultata per progetti specifici o possa concorrere all’assegnazione di una sede ecc.

c) circa gli obblighi specifici, ti rimando alle pagine della guida dell’Agenzia delle Entrate.

Saluti
Gianpaolo