Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Accesso alla associazione

Domanda

Può una associazione dilettantistica sportiva, rendere difficoltosa o impossibile la adesione alla Associazione medesima a nuovi soci i cui figli sono giovani atleti minorenni della stessa. Si può obbligare la medesima associazione, che utilizza impianti sportivi pubblici, a rendere aperte le adesioni, a esporre lo statuto e divulgare gli scopi sociali? grazie Renzo

Risposta

E' una situazione francamente un po' patologica.
Le modalità di accesso all'associazione, in verità, dovrebbero essere esplicitate nello statuto dell'associazione stessa.
Allo stesso modo l'associazione, affinché possa definirsi "democratica" come richiesto dalle norme fiscali e da quelle federali a cui essa (probabilmente) sarà affiliata, deve essere trasparente e rendere fruibili lo statuto (nel quale troverete modalità di accesso e scopi sociali), accessibili le cariche elettive e la possibilità di voto nonché di accesso alle assemblee.
Sulla questione relativa agli impianti sportivi pubblici occorrerebbe verificare la convenzione che è stata stipulata tra l'ente proprietario dell'impianto e l'associazione sportiva. Generalmente tale convenzione deve poter contemperare sia l'utilizzo privato dell'impianto che quello pubblico: l'uso privato si ha quando l'associazione (che generalmente provvede anche alla manutenzione dell'impianto) utilizza per scopi propri l'impianto. L'uso pubblico quando l'associazione consente che chiunque utilizzi l'impianto stesso.
Obbligare l'associazione a fare determinate cose probabilmente diventa difficile così come è difficile poi che l'associazione renda semplice l'accesso a chi "da fastidio": è evidente che si arrivi ad una situazione di scontro.
Tuttavia è possibile chiedere lo statuto all'associazione, oppure all'ente proprietario dell'impianto o alla federazione a cui è affiliata e con questo chiedere che siano applicate le norme in esso contenute. In caso di loro violazione è possibile chiedere provvedimenti alla federazione e/o all'ente proprietario dell'impianto.
Da ultimo si potrebbe ricorrere anche alla Guardia di Finanza visto che il mancato rispetto delle norme che regolano la democraticità dell'associazione rende revocabili le agevolazioni fiscali che sono riservate alle associazioni sportive dilettantistiche.
Detto fra noi: si farebbe prima a cambiare associazione ;-)

pollifelici - 11 anni e 6 mesi fa
Registrati per commentare