Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Associazione culturale e lotteria a premi

Domanda

Buongiorno! Siamo un'associazione culturale non riconosciuta senza scopo di lucro. In occasione di un'esibizione musicale al quale parteciperanno una corale e alcuni musicisti, vorremmo abbinare una lotteria a premi. Per l'evento non è previsto il pagamento di alcun biglietto. E' possibile considerare la lotteria come una raccolta fondi?e quindi non sarebbe da considerarsi come reddito imponibile ma come attività istituzionale, è corretto? ci sono dei limiti per fissare il costo del biglietto della lotteria? Un'ultima domanda:quando si perdono i requisiti di ente no-profit?è necessario che i proventi dell'attività istituzionale siano superiori di quelli derivanti da attività commerciali (come sponsorizzazione)? grazie Cordiali saluti

Risposta

L’organizzazione di una lotteria è sottoposta alla regolamentazione prevista dal d.P.R. 430/2001 (art. 13, comma 1 e seguenti). Sicuramente deve trattarsi di una lotteria organizzata per beneficenza perché altrimenti non è possibile la sua organizzazione.
I proventi e i costi della lotteria devono (a mio parere) essere rendicontati attraverso l’apposito prospetto previsto dall’art. 20-bis del d.P.R. 600/73. In tal modo i proventi sono esclusi dalla tassazione.
La prevalenza dei proventi da attività istituzionale rispetto a quelli dell’attività commerciale è “uno” dei parametri da tenere sotto controllo, ma non è “il” parametro.
A tal proposito rimando alla lettura dell’art. 149 T.u.i.r.

ass*** - 12 anni e 10 mesi fa
Registrati per commentare