Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Associazione senza scopo di lucro e vendita cesti natalizi

Domanda

Buongiorno siamo un'associazione culturale senza scopo di lucro avremmo intenzione di Mettere in vendita dei cesti natalizi utilizzando prodotti delle nostre zone. Fiscalmente come dobbiamo comportarci. riguardo alle fatture per l'acquisto e nel caso alcune ditte ci richiedessero la fattura per poter scaricare il Cesto come dobbiamo comportarci . Grazie Mille Gianfranco Associazione Italica Varese

Risposta

Ipotizzando un costo a cesto superiore al c.d. “modico valore” pari a 25,82 euro per il quale si potrebbe pensare ad un’operazione di raccolta fondi mediante cessione di beni di modico valore, credo che l’unica soluzione percorribile sia quella dell’apertura di una partita I.V.A., con il che occorre verificare qual è l’impatto con la regolamentazione del commercio nel vostro comune.
In teoria si tratterebbe di attivare un’attività di “commercio di vicinato” che non comporta particolari adempimenti, salvo il caso in cui trattiate prodotti alimentari.
Risolti questi problemi di natura amministrativa, rimane la parte fiscale.
Un’associazione culturale può optare per il regime fiscale previsto dalla legge 398/91 abbastanza interessante.
L’acquisto dei beni che costituiranno il cesto non prevede I.V.A. detraibile. Le fatture relative agli acquisti devono essere però numerate e conservate ma non c’è l’obbligo di registrazione nel registro degli acquisti.
Per le fatture emesse nei confronti delle imprese che la richiedessero, l’I.V.A. è applicata in base alle aliquote dei beni posti in vendita e si verserà un’I.V.A. forfetaria pari al 50% dell’I.V.A. complessivamente incassata nel periodo. La liquidazione è trimestrale e quella dell’ultimo trimestre si versa entro il 16/02 dell’anno successivo.

italicavarese - 11 anni e 6 mesi fa
Registrati per commentare