Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Pubblicita nel sito dell'associazione

Domanda

Leggendo la risposta al post " associazione culturale e portale internet " mi chiedevo, visto che l'argomento non era stato approfondito, come si dovrebbero gestire gli introiti avuti dalle inserzioni pubblicitarie pubblicate nel sito web, peraltro introiti che servirebbero a sovvenzionare la gestione del sito stesso e rimborsi spese. Mi spiego meglio, le aziende che decideranno di acquistare degli spazi pubblicitari vorranno fatture o ricevute per loro motivi fiscali. Per rilasciare tali documenti io, come associazione, dovrei essere in possesso di codice fiscale o partita Iva. Non capisco come posso emettere tali documenti non avendo un regime fiscale, dovrei avere un registro contabile? Presumendo che potessi farlo che genere di ricevute dovrei rilasciare? Spero di essere stato chiaro nelle domande. La ringrazio

Risposta

L’esercizio di un’attività pubblicitaria, anche attraverso internet, ancorché svolta nei confronti dei soci di un’associazione è considerata comunque attività commerciale (cfr. art. 148, commi 3 e 4, T.u.i.r.).

Pertanto i corrispettivi (anche se versati dai soci) sono imponibili ai fini delle imposte sui redditi. Per iniziare questa attività occorre aprire la partita I.V.A. ed emettere fattura soggetta ad I.V.A..

L’associazione, essendo però a carattere culturale, può sempre optare per il regime previsto dalla legge 398/91 che ritengo sempre particolarmente interessante.

Ricollegandomi alla precedente risposta, riepilogando si può dire che:

l’attività generale dell’associazione, il webhosting, la predisposizione del portale ecc. può essere pagata dai soci mediante le quote associative annuali e l’addebito di contributi gestionali;
l’attività di pubblicità erogata dall’associazione ai soci (e anche a terzi) è soggetta ad I.V.A. e produce reddito di impresa, anche se si tratta di un’associazione.

Per documentare le quote associative e i contributi gestionali, basta emettere delle semplici ricevute che riportano i dati dell’associazione e quelli del socio.

E’ fondamentale che teniate un regolare libro dei soci affinché sia chiaro il nesso tra socio e quote a lui addebitate.

Per documentare i corrispettivi derivanti dalla pubblicità (chiunque sia il cliente) occorre emettere una fattura soggetta ad I.V.A..

Saluti

atr*** - 15 anni e 9 mesi fa
Registrati per commentare