Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Sede distaccata associazione

Domanda

Tempo fa il presidente di un'associazione di Lecco ha proposto a me ed altri di espandere la loro associazione anche nella Ns. provincia(noi siamo di Bergamo). Il nosto intento è di mantenere il loro nome (specificando però che siamo una sede distaccata), perseguire gli stessi scopi, svolgere le stesse attività, tuttavia nel nostro comune. Inoltre saremmo economicamente indipendenti dalla sede di Lecco poiché dipenderemmo dal nostro Comune per eventuali fondi. Come possiamo fare? Possiamo mantenere il loro statuto? e sull'atto costitutivo che sede dobbiamo indicare?

Risposta

Ciò che vi è stato proposto è la creazione di un'associazione satellite di un'altra, della quale dovreste assumere il modello statutario. Le due associazioni sarebbero perciò distinte e separate salvo che lo statuto della "madre" non preveda specifiche condizioni di controllo sulla "figlia" quali l'obbligo di inviare il bilancio preventivo e consuntivo, la possibiltà di effettuare ispezioni amministrative, obbligo di devolvere avanzi di gestione alla "madre" o altro ancora.

Detto ciò, la nuova associazione può assumere lo statuto della "madre" salvo eventuali aggiustamenti perché magari alcune norme non sono applicabili alla "figlia". Per esempio: se nello statuto della "madre" c'è una norma che prevede le ispezioni sulla "figlia", questa norma non può essere assunta nello statuto di quest'ultima.

Operativamente si può fare così: la nuova associazione si costituisce con i propri soci e la sede da indicare è quella della costituenda associazione. Nel nuovo statuto potrebbe essere inserita una clausola per la quale se l'associazione figlia intendesse cambiare l'oggetto associativo, questa dovrebbe sciogliersi.

La "madre" potrebbe partecipare alla fase di "start-up" inserendo un proprio rappresentante nel primo consiglio direttivo e tra i soci: in questo modo il controllo della "madre" sulla "figlia" sarebbe abbastanza pregnante, soprattutto nella prima fase di vita della nuova associazione per ben indirizzarla verso gli scopi associativi.

Come vede le soluzioni possono essere diverse: dipende molto da cosa volete ottenere.

Saluti

Gianpaolo Concari

ele*** - 16 anni fa
Registrati per commentare