Questo sito contribuisce alla audience di

Bandera

Pubblico un comunicato con alcune notizie riguardanti il ricamo Bandera: La riscoperta e il recupero di un antica tecnica di ricamo Piemontese.

Le origini del Bandera risalgono alla fine del XVII secolo, quando arriva a Torino la duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours, giovane moglie del duca Carlo Emanuele II di Savoia.

Con l’arrivo della novella reggente i nobili torinesi provvidero a sostituire le ormai logore sete della tappezzeria dei propri castelli con tessuti di cotone, non potendo acquistare sete a causa delle rovinose situazioni finanziarie dovute alla guerra.

Per abbellire questi tessuti di cotone color ecrù le dame della nobiltà cominciarono a ricamarli con motivi che ricordavano i decori del barocco italiano. I ricami riprendevano i disegni di broccati, volute, mobili intarsiati, velluti.

Per tessere questi preziosi ricami le dame utilizzavano la lana.
I motivi iniziali si arrichirono nel XVIII secolo da disegni ispirati alle porcellane e alla tradizione iconografica cinese: fiori, frutta, pavoni, etc.

La diffusione del ricamo Bandera continuò fino all’inizio del XX secolo quando fu definitivamente abbandonato.

Nel 1993 Consolata Beraudo di Pralormo vuole far restaurare un antico letto a baldacchino, proveniente dal castello di Pralormo (in provincia di Torino), ma la ricerca è vana, nessuno sembra in grado di restaurarlo. Questa situazione spinge Consolata Beraudo di Pralormo ad effettuare prima un viaggio in Francia per procurarsi campioni delle lane utilizzate per il ricamo, e in seguito ad attivarsi per il recupero di questa antica tradizione artigianale.

Negli archivi del castello vengono trovati antichi schemi e progetti da eseguire a ricamo Bandera, pertanto si decide di fondare una scuola per mantenere viva e diffondere la tecnica.

La scuola conta oggi 600 allieve, un successo!
Le allieve apprendono la tecnica per decorare la propria casa o per svolgere lavori per terzi nello studio situato al primo piano dell’orangerie del castello di Pralormo.

Il ricamo bandera ben si presta a lavori di rivestimento di poltrone, testate di letti, cuscini ; è costituito per lo più da punto raso eseguito a telaio, insieme ad altri punti coprenti come: punto stuoia. A questi si affiancano per disegnare le parti lineari della figura: il punto erba, il punto catenella, il punto palestrina, eseguiti a righe ravvicinate e in vari colori per creare sapienti giochi di sfumature.

Le categorie della guida