Questo sito contribuisce alla audience di

Artigianato e Turismo nei Campi Flegrei

L'8 dicembre 2004 ho visitato la mostra "Artigianato e Turismo nei Campi Flegrei" organizzata dall'istituto comprensivo statale "A. Gramsci" di Bacoli e da Teresa Perreca.

href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214669.shtml"
target=_blanck>manifesto<br src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli1.jpg" align=left
border=0>L’8 dicembre 2004 ho visitato la mostra “Artigianato e Turismo nei
Campi Flegrei” organizzata dall’istituto comprensivo statale “A. Gramsci” di
Bacoli e da Teresa Perreca. href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214672.shtml"
target=_blanck>ricami antichi src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli9.jpg" align=right
border=0>
La mostra organizzata con il patrocinio del Comune di Bacoli e
del Cons. Proloco Litorale Flegreo - Domizio, si è svolta nei locali
dell’istituto.

In esposizione ricami antichi del 1800 provenienti da
collezioni private e moderni in diverse tecniche di ricamo, merletto nonchè arte
presepiale, ceramica e decoupage.

href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214669.shtml"
target=_blanck>sale espositiva ricami antichi src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli14.jpg" align=left
border=0> href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214669.shtml"
target=_blanck>un telaio antico src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli8.jpg" align=right
border=0> La preside dell’istituto, nell’inaugurare la mostra, ha
sottolineato l’importanza di manifestazioni del genere per far emergere il
lavoro delle donne:
Un lavoro fatto di sacrifici e di rinunce a volte. Un
lavoro che non ha sempre avuto il dovuto riconoscimento. Ci auguriamo con questa
manifestazione di mostrare quanto di buono hanno fatto le donne flegree negli
anni e da qui imparare ad apprezzare il loro artigianato manuale
” .

href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214673.shtml"
target=_blanck>culla con copertina fine 1800 src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli12.jpg" align=right
border=0>La prima sala era dedicata ai merletti e ricami di fine 1800.
In
mostra anche oggetti antichi (culle,telaio,mobili), tappeti e arredi sacri
I
ricami antichi in mostra provenivano dalle collezioni private delle signore:
Maria Elisa Landolfi Vitello, Lucia de Martino e Ida Marino.
Tra gli altri ho
notato un tulle ricamato e una copertina filet per culla.
La copertina, in
particolare, era lavorata con un nastro di raso che passava attraverso i buchini
della rete per creare il disegno, mi è stato raccontato che è una lavorazione
tipica della zona flegrea e di derivazione francese, si chiama “trina
graziella
” dal nome della protagonista e dell’omonimo romanzo di Lamartine,
ambientato proprio nella vicina isola di Procida.

href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214674.shtml"
target=_blanck>stand Teresa Perreca - Agopittura src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli6.jpg" align=left
border=0> href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214677.shtml"
target=_blanck>ricami e merletti src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli5.jpg" align=right
border=0> L’iniziativa fa parte di un progetto più ampio che comprende
l’insegnamento del ricamo e dell’agopittura per le studentesse.
L’agopittura,
insegnata da Teresa Perreca, unisce al ricamo ad ago la pittura, infatti alcune
parti del soggetto ricamato sono dipinte.

href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214674.shtml"
target=_blanck>ricami<br src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli2.jpg" align=left
border=0> href="http://guide.supereva.com/non_solo_punto_croce/interventi/2005/06/214677.shtml"
target=_blanck>cestini intrecciati a mano src="http://fun.supereva.it/abmail/mostre/bacoli_thumb/bacoli11.jpg" align=right
border=0> La seconda sala era dedicata all’esposizione di manufatti moderni
realizzati con diverse tecniche di ricamo e merletto (tombolo, uncinetto,
chiacchierino), erano presenti anche stand con lavori a decoupage, arte
presepiale e cestini intrecciati a mano secondo una lavorazione tipica
dell’isola di Procida.

Le categorie della guida