Questo sito contribuisce alla audience di

LA CARTA ILA: opportunità per la propria formazione

Alcune province della Tsocana hanno attivato, in via sperimentale, con le risorse del Fondo Sociale Europeo, una carta di credito formativo. La carta serve a finanziare la partecipazione ad iniziative formative di vario tipo, che siano coerenti con il percorso formativo e con gli obiettivi professionali della persona richiedente.

Come funziona la CARTA ILA?

Il meccanismo di funzionamento è molto semplice: ci si reca presso il Centro per l’Impiego della propria città, si chiede un appuntamento per un colloquio per ottenere la carta ILA.

Il consulente di orientamento ci chiederà allora quali sono i nostri obiettivi, quale corso vorremmo frequentare e perchè. In caso di esito positivo del colloquio (se le nostre motivazioni sono chiare e ben espresse ed il corso è coerente con esse l’esito sarà sicuramente positivo) ci verrà chiesto di presentare la documentazione relativa al corso prescelto e ci verrà consegnata una carta ricaricabile che, a titolo totalmente gratuito, ci consentirà di ricevere fino a 2.500 euro a fondo perduto (cioè che non dovremo mai restituire) per pagare il percorso formativo prescelto.

La CARTA ILA prevede però delle limitazioni che variano da provincia a provincia, in alcune province l’accesso è limitato alle sole donne con contratto atipico o disoccupate, in altre è limitate ai disoccupati, indipendentemente dal sesso.

La CARTA ILA è una bella opportunità per potenziare la propria formazione ed è quindi utilissima per proporsi in modo maggiormente competitivo nel mercato del lavoro: la nostra preparazione è il nostro vero passaporto per il lavoro, cerca un corso adeguato alle tue esigenze ed alle tue motivazioni ed aspirazioni e richiedi un appuntamento al centro per l’impiego della tua città