Questo sito contribuisce alla audience di

Le acque della sorgente Tesorino

L'importanza dell'acqua da tavola in oligoterapia

In quella Toscana da cartolina, nelle splendide
campagne di Montopoli Val d’Arno, sgorgano le acque della Sorgente Tesorino.

Un’acqua molto interessante dal punto di vista
oligoterapico, definita acqua minerale a basso grado di mineralizzazione. 

In queste acque,  la presenza dell’ anione carbonato
in sinergia a Calcio e Magnesio
, favorisce un’ attività antiflogistica ed antispastica sulla parete
intestinale, trovando così indicazione in stati di dispepsia iperstenica, ernia
iatale, colon irritabile e stipsi spastica.

Non poteva certo mancare la funzione diuretica nelle
acque della Sorgente Tesorino, che si manifesta anche in una azione sul
metabolismo e sull’acido urico. In oligoterapia, nella cura della gotta e
dell’azotemia
e in generale nelle persone che hanno una dieta ricca di
proteine, come gli sportivi, un’acqua come questa è sicuramente molto utile.

 Non meno importante l’azione degli anioni solfato e carbonato,
a cui sono riconosciute proprietà coleretiche e colagoghe con aumento
della quantità di bile escreta. Un’acqua che dai primi imbottigliamenti a mano,
nel secolo scorso, è passata ad un moderno impianto di imbottigliamento,
consone a tutti gli standard più rigorosi in termini di controllo.

 La sua salubrità ha un segreto, nascosto davvero
sotto terra. Si tratta della falda sorgiva delle Sorgenti Tesorino, composta da sabbie
finissime, risalenti all’era del Pliocene
.
height="100" border="0">

<