Questo sito contribuisce alla audience di

Il Tipo PULSATILLA.

[Nota: Puoi ricercare altri interessanti articoli dalla homepage della Guida Omeopatia. Potresti trovare notizie di tuo interesse anche sulla Guida di Naturopatia e Fitoterapia. Se invece cerchi notizie sull'altra Pulsatilla, vai su TvBlog.]

Spesso si tende rappresentare PULSATILLA come rimedio-tipo quasi esclusivamente per il sesso femminile, ma non è affatto così. Infatti può essere indicato anche per l’uomo, a patto però che si possano riscontrare le condizioni morbose tipiche del rimedio. Il tipo sensibile Pulsatilla presenta delle caratteristiche somato-psichiche ben definite e facilmente riscontrabili. L’aspetto tipico della donna-Pulsatilla è quello riprodotto dai Maestri pittori italiani del XV secolo o dai pittori Fiamminghi del XVII secolo: forme rotondeggianti, viso angelico, mani paffuttelle, seno prominente, sguardo che lascia trapelare una leggera tristezza. La cute è pallida e marmorizzata, ovvero lascia trasparire il reticolo venoso soprattutto a livello delle gambe, provocato da una certa stasi venosa periferica. Caratteristica quindi è un’insufficienza venosa che può essere leggera ma predispone, se trascurata, a quadri patologici acuti o cronici anche seri, come ulcere varicose e flebiti. I capelli sono chiari, biondi, o per lo meno tendenti al biondo; così come gli occhi: chiari, azzuri; si avrà pertanto un’ intolleranza al caldo, all’esposizione prolungata al sole, all’eccessivo “dolce far niente”: infatti il caldo e il riposo favoriscono la stasi venosa. Al contrario il movimento e l’aria aperta, le applicazioni fredde (malgrado una spiccata freddolosità) daranno un netto miglioramento.

Strettamente legata alla stasi venosa è la variabilità dei sintomi: dalla freddolosità alla calorosità, dal buon umore alla malinconia (cioè la variabilità dell’ umore dipende dalle condizioni della salute fisica e in altre parole dalle condizioni circolatorie); in PULSATILLA ciò che aumenta la congestione venosa peggiora lo stato psichico. “Tutto è variabile in Pulsatilla” : i dolori sono erratici, facilmente accompagnati da brividi; bocca secca senza sete accompagna una digestione lenta e difficile, soprattutto dopo alimenti ricchi di grassi, con gonfiore addominale ed eruttazioni con il gusto degli alimenti. Il ciclo mestruale facilmente risulta irregolare e doloroso.

Dal punto di vista psichico PULSATILLA ha un carattere dolce e remissivo, timido, emotivo ma facilmente irritabile e suscettibile. Presenta una tristezza di fondo e il pianto facile, ricerca quindi la consolazione e la compagnia altrui riprendendosi facilmente: l’umore è facilmente mutevole. Il carattere è indeciso e irresoluto, è attaccata ai ricordi passati, alla famiglia, alla casa, alle tradizioni. E’ fondamentalmente gelosa (o egoista?), soprattutto alla fine di un rapporto: quando non è più al centro dell’attenzione, coccolata e consolata, può diventare facilmente fredda e indifferente, paradossale e contraddittoria; può mascherarsi, mentire sulla sua sofferenza interiore per ricercare un nuovo equilibrio…