Questo sito contribuisce alla audience di

Il Tipo LACHESIS.

Lachesis è il veleno di un serpente del Sud America, il Lachesis Mutus o Trigonocephalus o Surrucucu. E' stato sperimentato per la prima volta da Costantino Hering di Philadelphia, allievo di Hahnemann, nel 1928. Le cronache del tempo raccontano che Hering rischiò la morte per la violenza e la subitaneità dei sintomi durante la sperimentazione.

Il Tipo LACHESIS si presenta in sovrappeso, con il volto congesto nel senso che una ricca vascolarizzazione determina a zigomi e naso un colorito violaceo, paonazzo in contrasto con le labbra cianotiche. La pelle è estremamente sensibile nel senso che qualsiasi banale trauma determina ecchimosi ed ematomi. L’estrema sensibilità cutanea determina anche il fatto che non sopporta qualsiasi costrizione fisica (poichè determina congestione vascolare) e quindi abiti stretti, dolcevita, sciarpa e cappello, cinture, cravatte, giarrettiere, persino bracciali e anelli saranno banditi il più possibile. Il lavoro di un massaggiatore sarà molto arduo sulle membra doloranti di Lachesis; inoltre è particolarmente freddoloso ma non sopporta il caldo diretto, quali termosifone e solleone che sia.

Dal punto di vista “mentale” presenta un’alternaza di eccitazione e depressione in un ritmo quasi circadiano, nel senso che al mattino sarà in fase depressa, farà fatica a carburare: solo una generosa dose di caffè potrà aprirgli gli occhi e la mente; difficilmente prenderà appuntamenti nelle prime ore del mattino se non è proprio costretta. Al contrario di seraentra nella fase di eccitazione, nel senso che ha voglia di fare, di lavorare, di divertirsi, di uscire e rientrare anche a notte inoltrata senza batter ciglio: insomma nelle ore serali e notturne da il meglio di sè.

LACHESIS presenta inoltre una loquacità straordinaria, parla, parla e parla senza mai fermarsi, anche senza un filo logico nel discorso, passa facilmente di “palo in frasca”, è insomma l’incarnazione dei classici “Voli Pindarici”, nel vero senso del termine. Difficilmente si riuscirà a interromperla e a prendere in mano le redini del discorso, in quanto è anche suscettibile e diffidente, crede sempre di essere ingannata e che si sparli di lei. E’ inoltre orgogliosa e vendicativa, aggressiva, gelosa fin quasi a livello patologico, presenta manie religiose. Quando invece predomina la fase depressiva diventa triste e malinconica, ansiosa, pensa che la morte sia imminente tanto da sognare spettri angosciosi, morti, funerali, sepolture, bare.

Si tende a presentare il Tipo LACHESIS come prettamente femminile soprattutto nella fase climaterica, ma dobbiamo sfatare in quanto questa tipologia si trova anche nel sesso maschile anche se con minore frequenza.