Infiammazione del Tendine d'Achille.

Achille, figlio di Peleo, re dei Mirmidoni, e della ninfa Teti, fu, da questi, alla nascita, reso invulnerabile per immersione nelle acque infernali dello Stige. Tuttavia Teti trattenendolo per il tallone fece sì che questo rimanesse l'unico punto vulnerabile del suo corpo. Achille infatti fu ucciso in duello da Paride che lo colpì appunto al tallone, durante il 10°anno di assedio di Troia.

La tendinite del Tendine d’Achille è caratterizzata da infiammazione, intenso dolore, fragilità; è un infortunio abbastanza comune nei corridori fondisti che si allenano su superfici dure, su strada. E’ dunque un’infiammazione conseguente ad iperattività, soprattutto per chi pratica sport con una certa regolarità. Il tendine può gonfiare, arrossarsi e il dolore può rendere difficoltoso il movimento. Il trattamento principale è naturalmente il riposo e un’appropriata fisioterapia; un buon sollievo può dare un’imbottitura delle scarpe a livello del tallone. 

Come già sapete, il rimedio principale da impiegare sistematicamente in tutti i traumi è ARNICA : agisce come antiinfiammatorio e antidolorifico oltre a prevenire la formazione, ma a favorire anche il riassorbimento, di ematomi.

RHUS TOXICODENDRON, il Sommaco velenoso, arbusto della famiglia delle Anacardacee, agisce in maniera specifica sui legamenti e tendini articolari quando l’infiammazione provoca dolore che migliora con applicazioni calde e col movimento leggero: appena si muove l’articolazione subito si avverte più dolore, ma via via che l’articolazione si “scalda” il dolore diminuisce. Peggiora con applicazioni fredde e stando fermi e immobili ; il dolore è particolarmente opprimente.

BRYONIA ALBA, pianta della famiglia delle Cucurbitacee. Il dolore della tendinite è acuto e pungente, lancinante, aggravato dal minimo movimento. Migliora col riposo, l’immobilità e con una forte pressione.

RUTA GRAVEOLENS, pianta della famiglia delle Rutacee, ha un tropismo elettivo per i tessuti fibrosi, l’aponeurosi dei tendini e il periostio. I tendini sono dolenti, come contusi e l’infiammazione è meno marcata di come è presente nei rimedi precedenti.

Non bisogna trascurare l’infiammazione acuta perchè se cronicizza risulterà molto più difficile risolverla.

 

 

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!