Questo sito contribuisce alla audience di

Cancro del seno, la rete aiuta

Le nuove tecnologie oggi possono aiutare a sconfiggere la solitudine della malattia. Lo dimostra uno studio californiano, dove 32 donne operate di tumore del seno grazie ad Internet hanno condiviso la loro esperienza ed elaborato la depressione, ritrovando interesse per la vita.

I gruppi di autoaiuto su
internet sono una soluzione valida per le donne con cancro del seno che hanno
difficoltà a incontrarsi di persona, per esempio perché vivono in aree isolate.
Lo mostra uno studio dell’Università della California a San Francisco in cui,
per quattro mesi, 32 donne si sono incontrate in rete per un’ora e mezzo ogni
settimana. Il tasso d’abbandono è stato pari a quello dei gruppi ordinari,
intorno al 20 per cento. “Sono pazienti che lamentano meno dolore ma si mostrano
meno in grado di controllare l’ansia: forse hanno meno bisogno di sostegno, o
forse sopprimono più delle altre i pensieri sgradevoli e non riescono a
comunicarli” ipotizzano gli studiosi. Per le donne rimaste, i benefici in
termini di depressione, sopportazione del dolore e interesse per la vita sono
stati analoghi a quelli che di solito si ricavano dai gruppi d’autoaiuto
ordinari. “I due terzi ha dichiarato utili gli incontri e molte hanno stabilito
tra loro relazioni profonde, che sono durate ben oltre la cessazione degli
incontri di gruppo” osservano i ricercatori californiani. “L’intervento via
internet sembra senz’altro valido per chi vive in zone rurali, ma ha anche il
vantaggio di costare molto meno. Ora abbiamo in corso studi in cui lo
confrontiamo direttamente con gli incontri di persona, per chi soffre sia di
cancro sia di altre malattie”.

fonte: Cancer 2003; 97: 920-925

Ultimi interventi

Vedi tutti